Diritto e Fisco | Articoli

Cosa succede se l’inquilino non paga la Tasi?

24 Ottobre 2014 | Autore:
Cosa succede se l’inquilino non paga la Tasi?

Se l’inquilino non paga la Tasi o la paga in ritardo risponde personalmente del mancato pagamento. Il proprietario dell’immobile non è tenuto al pagamento della Tasi non versata.

Nel caso in cui l’inquilino non paghi la propria quota Tasi, il proprietario dell’immobile non risponde del mancato pagamento del tributo e, quindi, il fisco non può rivalersi nei suoi confronti.

Chi è in affitto deve versare la propria quota Tasi 2014 in percentuale tra il 10-30% della somma totale, in relazione a quanto stabilito dalle delibere comunali.

Il proprietario dell’immobile ha soltanto la responsabilità del pagamento della quota di Tasi a suo carico (90-70%); non risponde mai del pagamento del tributo dei propri inquilini.

Se nell’immobile sono presenti più persone non appartenenti allo stesso nucleo famigliare (per esempio un appartamento affittato a un gruppo di studenti), la quota Tasi (dal 10% al 30%) deve essere suddivisa tra i differenti coinquilini.

Il mancato pagamento, anche parziale, della Tasi comporta una sanzione amministrativa pari al 30% della somma dovuta. Ma, come detto sopra, il proprietario dell’immobile non è obbligato a corrispondere la Tasi non pagata dall’inquilino.

L’inquilino può comunque avvalersi del ravvedimento operoso pagando la somma dovuta più le sanzioni e gli interessi in relazione ai giorni di ritardo.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube