Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Reati di azione: cosa sono?

26 Novembre 2022 | Autore:
Reati di azione: cosa sono?

Reati di mera condotta: in cosa consistono? Cosa sono i reati di evento a forma vincolata e a forma libera? Qual è la differenza con i reati omissivi?

Chi infrange la legge commette un’azione illegale che prende il nome di illecito. A seconda della norma violata possono aversi diversi tipi di illecito: civile, amministrativo e penale. L’illecito penale è quello comunemente noto come reato. Qual è la differenza tra un reato e ogni altro tipo di atto illegale? Solo commettendo un reato si rischia di finire in carcere. Con questo articolo ci occuperemo di una specifica tipologia di illeciti penali: vedremo cioè cosa sono i reati di azione o di mera condotta.

Come vedremo, ai reati di azione si contrappongono i cosiddetti reati di evento, per integrare i quali occorre che alla propria condotta faccia seguito una determinata conseguenza: si pensi all’omicidio, delitto che punisce non chi brandisce una pistola o un’altra arma, bensì chi provoca la morte della vittima, in qualsiasi modo essa avvenga. Se l’argomento ti interessa e vuoi saperne di più, prosegui nella lettura: vedremo insieme cosa sono i reati di azione.

Cosa sono i reati?

Come anticipato in premessa, si definiscono “reati” quegli illeciti puniti con particolari sanzioni che prendono il nome di “pene”.

A differenza di chi parcheggia in doppia fila o di chi non rispetta un contratto, chi commette un reato rischia di finire in carcere: la pena detentiva è infatti ciò che essenzialmente distingue gli illeciti penali dagli altri aventi diversa natura (civile o amministrativa). Approfondiamo questo aspetto.

Reati: quali sono le differenze con gli altri illeciti?

Come appena detto, la principale differenza tra gli illeciti penali (reati) e tutti gli altri sta principalmente nella natura della sanzione: mentre chi commette un reato rischia la prigione, chi si macchia di un illecito civile o amministrativo non potrà mai essere rinchiuso in carcere.

La gravità della condotta è quindi la reale differenza tra reati e altri atti illegali: chi si macchia di un reato compie un atto talmente grave da meritare il carcere.

Ci sono però altre differenze tra reati e altri illeciti: ad esempio, solo la condanna per un crimine macchia la fedina penale, con possibili gravi conseguenze in ambito lavorativo.

Per non parlare, poi, delle ripercussioni che si possono avere anche in ambito familiare: chi commette un reato, infatti, rischia perfino di perdere la responsabilità genitoriale, con la conseguenza che i figli potrebbero essere affidati ai servizi sociali.

Reati di azione o di mera condotta: cosa sono?

All’interno dei reati si distinguono diverse tipologie, ognuna caratterizzata dalla differente modalità con cui può essere commessa.

Si definiscono “reati di azione” (o di mera condotta) tutti quei crimini che si compiono semplicemente assumendo un comportamento vietato dalla legge. Si pensi al reato di evasione: chi esce dal carcere (oppure dal luogo in cui sconta gli arresti domiciliari) senza permesso commette un reato, anche se dalla sua condotta non deriva alcuna conseguenza negativa.

Lo stesso dicasi per il furto: chi prende un bene altrui commette reato per il solo fatto di essersi impossessato di una cosa non propria.

Stessa cosa vale per il porto d’armi abusivo: è sufficiente portare un’arma fuori dalla propria casa per commettere il reato, anche se l’azione non ha conseguenze.

Insomma: per commettere i reati di azione è sufficiente compiere la condotta vietata dalla legge, senza attendere il verificarsi di un avvenimento connesso alla condotta medesima, come avviene, invece, nei cosiddetti “reati di evento”.

Reati di azione e reati di evento: differenza

Mentre i reati di azione puniscono il compimento della condotta proibita, i reati di evento puniscono il risultato della condotta del reo.

Esempio emblematico è l’omicidio: la legge punisce chiunque uccida un’altra persona, purché l’uccisione sia conseguenza diretta della propria condotta. Ciò che quindi è incriminata è l’azione (condotta) che provoca la morte (evento), non la mera azione.

Insomma: nei reati di evento la legge punisce la condotta che produce un determinato risultato, legati da un rapporto di causa ed effetto.

Reati di evento a forma libera e a forma vincolata

A propria volta, i reati di evento sono:

  • a forma libera, quando l’evento può essere ottenuto in qualsiasi modo. È il caso dell’omicidio: la legge punisce l’uccisione di una persona a prescindere dalle modalità con cui essa è avvenuta (annegamento, soffocamento, avvelenamento, ecc.);
  • a forma vincolata, quando l’evento è punito solo se realizzato secondo la condotta prevista dalla legge. Ad esempio, il Codice penale punisce la truffa solamente se essa avviene attraverso “artifici e raggiri” del colpevole.

Reati omissivi: cosa sono?

I reati omissivi sono l’esatto contrario dei reati di azione: mentre questi ultimi puniscono chi compie una condotta vietata, i reati omissivi sanzionano chi non compie un’azione obbligatoria per legge.

Classico esempio è l’omissione di soccorso: chi non si ferma a prestare aiuto a chi si trova in evidente stato di bisogno commette un reato anche se dalla sua omissione non è derivata alcuna conseguenza specifica.

Stessa cosa vale per l’omissione di denuncia da parte del pubblico ufficiale: il poliziotto che non denuncia il crimine a cui ha assistito commette reato perché non ha fatto qualcosa che gli era imposto dalla legge (sporgere denuncia, appunto).

Insomma: mentre i reati di azione puniscono la condotta vietata, i reati di omissione sanzionano la condotta non compiuta che, invece, era imposta dalla legge.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube