Cronaca | News

Ecco la nuova variante Covid che fa temere per l’autunno

5 Luglio 2022 | Autore:
Ecco la nuova variante Covid che fa temere per l’autunno

Gli studiosi hanno individuato una sottovariante del Covid ancor più contagiosa, che potrebbe pendere piede nei prossimi mesi.

Pensavi fosse finita? Tranquillo, è un errore che abbiamo fatto tutti. E invece il Covid non solo continua a banchettare con noi e i nostri amici a pranzi e cene comunitarie, ma è iscritto all’oratorio estivo dei nostri figli e in ufficio occupa il posto del collega che è andato in ferie. Il virus c’è e ha continuato a diffondersi silenzioso a macchia d’olio nelle ultime settimane, grazie all’ampia capacità di contagio della variante Omicron e delle sue sottocategorie.

Secondo gli studi più recenti, la maggior parte delle varianti che in questi mesi si è diffusa nel mondo è un sottolineaggio di Omicron chiamato BA.5 e che anche in Italia ha raggiunto migliaia di persone, registrando una prevalenza del 60,7% secondo i dati I-Co-Gen.

L’attenzione, però, in questo momento è tutta puntata sul sottolineaggio derivante da BA.2 e classificato come BA.2.75: si tratta di una variante che, nonostante i casi confermati sparsi a livello internazionale siano ancora pochi, ha potenzialità preoccupante, motivo per cui necessita di un’attenta supervisione.

In base a un’analisi effettuata da Tom Peacock, virologo del Department of Infectious Disease all’Imperial College di Londra, questa variante possiede ben 45 mutazioni in comune con BA.5 e 15 peculiari, differenziandosi con due mutazioni chiave (G446S e R493Q) da BA.2.

La paura è che BA.2.75 riesca con facilità ancor maggiore a superare le barriere di anticorpi messi in campo dai vaccini (o da un’infezione da Covid sufficientemente recente), anche se risulta per ora avere minor effetto su chi ha preso il virus con BA.1.

Col passare del tempo, la capacità del Covid di bypassare gli anticorpi forniti dai vaccini sta crescendo sempre più, anche in virtù della differenza tra i ceppi che si sono susseguiti nel tempo. Per questo risulta essere sempre più difficile riuscire a limitare i contagi, come dimostra l’ampia trasmissibilità del virus nelle ultime settimane.

Finora, fortunatamente, nonostante la crescita dei positivi, la letalità legata alla positività non è aumentata e si ipotizza possa essere così anche con questa sottovariante, che merita tutta la nostra attenzione per riuscire a limitarla il più possibile.



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube