Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Contactless carte: si può disattivare?

28 Novembre 2022 | Autore:
Contactless carte: si può disattivare?

Pagamento senza contatto: cos’è, come funziona, quali sono i vantaggi e quali i rischi? Si può chiedere alla banca di eliminare il servizio?

Oggi, per effettuare un pagamento non occorre più il denaro cartaceo: è sufficiente utilizzare la propria carta (di credito o di debito che sia) per poter concludere, in modo semplice e veloce, una transazione. Di fatto, la moneta bancaria ha soppiantato quella tradizionale, anche in virtù dei provvedimenti del Governo volti a combattere l’evasione fiscale limitando l’uso del contante. Con questo articolo risponderemo, tra le altre, anche alla seguente domanda: si può disattivare il contactless delle carte?

Come tutti sanno, il “contactless” è quella funzionalità che permette di effettuare il pagamento a distanza, appunto “senza contatto”, grazie a una moderna tecnologia che consente di “leggere” la carta senza doverla inserire nella fessura, come in genere avviene invece con il bancomat. Mettiamo il caso, però, che una persona decida di non avvalersi di questa modalità di pagamento perché la ritiene poco sicura: cosa dovrebbe fare? Si può disattivare il contactless delle carte? Scopriamolo insieme.

Pagamento contactless: cos’è e come funziona?

La modalità “contactless” consente di effettuare un pagamento senza “strisciare” o inserire la carta nel dispositivo (ad esempio, nel Pos dei commercianti).

Il “contactless” consente di rilevare la carta semplicemente avvicinandola al terminale di pagamento: sfruttando la tecnologia Rfid (Radio Frequency IDentification), l’antenna integrata nella carta “comunica” con il Pos (o con altro dispositivo) attraverso onde radio.

Il pagamento va infine autorizzato digitando sul terminale il codice pin segreto (non sempre necessario, come vedremo).

Insomma: grazie alla modalità “contactless” è possibile usare la propria carta per pagare senza contatto.

Carte: quali hanno il contactless?

Praticamente tutte le carte di pagamento sono munite di contactless: carte di credito, di debito (come la tessera bancomat, ad esempio) e prepagate.

Insomma: oggi si può usare praticamente qualsiasi carta per effettuare un pagamento senza contatto.

Vantaggi del contactless: quali sono?

Il principale vantaggio del contactless è la velocità: basta sfiorare il terminale di pagamento e il gioco è fatto.

Il contactless, però, ha anche un altro enorme vantaggio: quello di limitare le truffe. Le carte di pagamento, infatti, sono soggette a “clonazione”: i malintenzionati particolarmente esperti di informatica sono in grado di “copiare” la carta che viene inserita in un terminale (ad esempio, nello sportello ATM) per effettuare il pagamento.

Con il contactless, il titolare non si priva mai della carta, la quale resta sempre in suo possesso, evitando così spiacevoli frodi.

Infine, a seguito della pandemia da Covid-19, il contactless è diventato una modalità di pagamento sicura per via del fatto che la carta non viene toccata da nessun altro se non dal titolare.

Svantaggi del contactless: quali sono?

Il contactless ha essenzialmente uno svantaggio, che deriva proprio dalla rapidità con cui si conclude l’operazione. Bisogna sapere che, per importi fino a 50 euro, non è richiesto il codice pin per autorizzare il pagamento. Ciò significa che, inavvertitamente, si potrebbero effettuare operazioni non desiderate, come ad esempio pagare due volte pensando che il primo tentativo non sia andato a buon fine, oppure pagare senza neanche accorgersene, solo perché si è in prossimità di un Pos.

Ecco perché c’è chi chiede di disattivare il contactless dalle proprie carte: l’intento è quello di avere maggiore “consapevolezza” e controllo sul metodo d’acquisto.

Quello di incorrere in errore o di subire truffe è tuttavia un rischio molto remoto, in quanto i pagamenti contactless prevedono la trasmissione di dati criptati dalla tessera al terminale; ogni transazione, inoltre, ha uno specifico codice di autorizzazione che non può essere utilizzato più volte.

Contactless: si può disattivare?

La modalità contactless delle carte si può disattivare? Dipende dalle condizioni dell’istituto di credito che ha rilasciato la carta di pagamento.

Nel momento in cui viene redatto questo articolo, risulta che solo Poste Italiane contempli la possibilità di disattivazione della predetta funzione, mediante accesso alla propria area riservata del sito Internet.

Per quanto concerne le carte emesse dalle banche, invece, non sempre è prevista la possibilità di eliminare tale funzionalità. Come detto, però, tutto dipende dalle regole dell’istituto di credito.

C’è da credere che, a breve, molte banche adotteranno la linea delle Poste, consentendo la disattivazione della modalità contactless. Se ciò non è ancora avvenuto è perché i rischi del “pagamento senza contatto” sono davvero minimi.

Come disattivare contactless con le Poste?

Vediamo ora come disattivare la modalità contactless delle carte delle Poste. Innanzitutto, bisogna collegarsi al sito web di Poste italiane, cliccare sul pulsante MyPoste (che sarebbe l’area personale), inserire le credenziali di accesso e cliccare sul bottone Accedi per effettuare il login.

Fatto ciò, il sito delle Poste chiede un’ulteriore autenticazione per accedere alla propria carta (cosiddetta “autenticazione a due fattori”).

Dopo aver individuato il conto, bisogna cliccare sul pulsante Accedi e scegliere se inserire il codice monouso ricevuto tramite SMS oppure l’app delle Poste sul proprio cellulare.

Eseguito il login, bisogna cliccare sul riquadro Modifica funzionalità carte, poi sul pulsante Visualizza corrispondente al numero di carta sul quale intervenire e premere ancora sul bottone Personalizza impostazioni.

Ancora, nel menu a tendina bisogna scegliere la voce Pagamenti contactless e poi scegliere la voce Disabilitato.

Infine, occorre cliccare sul pulsante Autorizza e confermare nuovamente la propria identità, inserendo ancora una volta le credenziali di accesso.

È bene ricordare che il contactless delle carte delle Poste può essere disattivato anche accedendo al proprio profilo personale tramite app (BancoPosta o PostePay).

Dopo aver effettuato l’autenticazione, occorre scegliere la propria carta, cliccare sul simbolo della rotella di ingranaggio accanto al numero della carta e scorrere in basso il pannello fino a individuare la voce Abilita pagamenti contactless.

Una volta trovata, bisogna spostare da “On” a “Off” l’interruttore corrispondente e confermare la modifica autenticandosi nuovamente.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube