Diritto e Fisco | Articoli

L’auto a uso promiscuo non può far scattare il redditometro

27 Ottobre 2014
L’auto a uso promiscuo non può far scattare il redditometro

Nullo l’accertamento con redditometro a carico del consulente basato sul possesso di auto di grossa cilindrata a uso promiscuo.

Un interessante orientamento espresso, in questi giorni, dalla Commissione Tributaria Regionale di Milano [1] riguarda l’uso promiscuo di auto (ossia utilizzate tanto per fini personali che lavorativi): anche se di grossa cilindrata, infatti, tali beni non possono far scattare mai il redditometro. Con la diretta conseguenza che anche l’accertamento sarebbe nullo.

Secondo i giudici, i beni strumentali non possono rappresentare elementi di capacità contributiva ai fini del redditometro, in quanto hanno rilievo solo ai fini della determinazione del reddito di lavoro autonomo.

Il limite forfettario di deduzione per la autovetture a uso promiscuo [2] deve quindi ritenersi estraneo alla disciplina del redditometro. Dunque, l’acquisto di auto anche di elevato valore, se dichiarate al fisco per utilizzo privato e professionale insieme, non consentono al fisco di sostenere una presunzione di capacità contributiva in grado di concorrere alla determinazione del reddito per la quota di spesa indeducibile relativa al veicolo.


note

[1] CTR Milano sent. n. 3458/2014.

[2] Previsto dall’articolo 164 del Tuir.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube