Lifestyle | Articoli

Come viaggiare spendendo poco?

15 Luglio 2022 | Autore:
Come viaggiare spendendo poco?

È possibile andare in vacanza senza spendere tutti i sudati risparmi?

Vuoi fare una vacanza senza spendere un capitale? Se è così, forse ti interesserà sapere che viaggiare spendendo poco è possibile. I viaggi sono ormai alla portata di tutti: non è infatti necessario avere da parte cifre esorbitanti per concedersi un breve momento di relax lontani da casa, a patto di essere oculati nell’organizzazione.

Grazie a qualche piccola accortezza, infatti, ci si potrà permettere una meritata pausa dalla frenetica vita quotidiana, spendendo magari solo una piccola cifra messa da parte durante l’anno.

Scopriamo, quindi, come viaggiare spendendo poco.

Quando conviene viaggiare?

I periodi dell’anno in cui conviene viaggiare sono quelli della “bassa stagione”. La parola d’ordine per risparmiare, però, è flessibilità. Essere flessibili nella scelta delle date è, infatti, il modo migliore per approfittare di offerte e prezzi vantaggiosi, specialmente quando si tratta di biglietti aerei. Il prezzo di un volo per la stessa località può infatti variare non poco tra un intervallo di tempo e un altro. Nel caso in cui se ne abbia la possibilità, quindi, la cosa migliore da fare è evitare i periodi più affollati, ovvero la cosiddetta “alta stagione“. In quei periodi, ad esempio nella settimana di Ferragosto, il costo di una tratta può risultare addirittura raddoppiato rispetto allo stesso volo in un momento meno gettonato, come giugno o settembre.

Viaggiare nei mesi in cui c’è meno calca, inoltre, consente anche di accaparrarsi più facilmente gli alloggi migliori, più centrali ed economici.

Nel caso in cui si sia obbligati a viaggiare in alta stagione, però, non c’è da disperarsi. È infatti possibile risparmiare anche in questo caso, pianificando per bene il viaggio. Il prezzo dei voli, infatti, può variare considerevolmente anche da un giorno all’altro.

È molto importante quindi confrontare i prezzi nel periodo prescelto, per evitare di spendere più del dovuto. A tale scopo, quindi, risultano utili i motori di ricerca specifici per i voli, come Skyscanner o Google Voli, grazie ai quali si possono facilmente visualizzare i prezzi giorno per giorno di una determinata tratta, potendo così individuare quelli più convenienti.

Quando prenotare il viaggio?

Se vuoi risparmiare devi prenotare il prima possibile. Un altro elemento che influisce non poco sul costo di un viaggio è, infatti, il momento in cui lo si organizza e si prenota. Per quanto talvolta ci si possa imbattere in imperdibili offerte last-minute, tendenzialmente per avere la certezza di spendere il meno possibile conviene prenotare il viaggio con un certo anticipo, circa sei mesi prima.

Prenotare in anticipo offre vantaggi anche per quanto riguarda gli alloggi: molto spesso, infatti, le case o gli hotel con il miglior rapporto qualità/prezzo non sono disponibili se ci si riduce all’ultimo momento.

Conviene rivolgersi a un’agenzia o è meglio fare da soli?

Molte persone scelgono di affidarsi a un’agenzia per prenotare il viaggio perché è più comodo e anche sicuro. L’agenzia, però, non è gratuita. Per risparmiare, infatti, conviene prenotare i voli e gli alloggi in autonomia. Ma come?

Fortunatamente esistono sempre più piattaforme online che consentono di confrontare e prenotare facilmente biglietti aerei, hotel e case. Per i voli si possono utilizzare i sopracitati motori di ricerca, come Skyscanner, Google Voli, Expedia o Momondo.

Ecco tutti gli step che servono per cercare un volo su Google Voli:

  • cercare su Internet “Google Voli”, oppure cliccare qui;
  • selezionare il luogo di partenza e la destinazione;
  • selezionare la data di partenza;
  • cliccare su cerca e confrontare i prezzi dei voli;
  • cliccare sul volo prescelto;
  • continuare la prenotazione sul sito della compagnia aerea.

Google Voli, inoltre, consente di confrontare non solo i prezzi dei voli, ma anche quelli di treni e autobus. Alcune volte, infatti, potrebbe essere più conveniente prendere il treno o l’autobus, soprattutto quando non si tratta di dover andare dall’altra parte del mondo.

Anche per l’alloggio sono numerose le piattaforme attraverso cui è possibile cercare quello più adatto alle proprie esigenze. Con Booking.com, ad esempio, è possibile consultare facilmente migliaia di strutture alberghiere e ostelli, confrontando la posizione, le foto delle camere, le recensioni degli utenti e, ovviamente, i prezzi. La soluzione più economica, però, è spesso l’ostello, soprattutto se si sceglie una stanza con bagno in comune o addirittura un posto in un dormitorio.

Per chi invece volesse concedersi qualche comodità in più, tramite Airbnb è possibile scegliere e prenotare interi appartamenti, spesso a prezzi molto vantaggiosi. Anche Airbnb offre la possibilità di visualizzare le foto, la posizione della casa e le recensioni dei precedenti inquilini, in modo da evitare brutte sorprese.

Ecco come fare a prenotare su Airbnb:

  • cercare il sito su Internet o cliccare qui (https://www.airbnb.it/)
  • digitare la meta nello strumento di ricerca che trovi in alto nella pagina;
  • scegliere la data esatta, oppure cliccare su “date flessibili” (l’opzione date flessibili permette di scegliere il mese in cui si vuole partire e la quantità di giorni in cui si intende prenotare, permettendo di scegliere il periodo meno costoso);
  • confrontare i prezzi;
  • scegliere l’alloggio e cliccare su prenota.

Prenotare un appartamento, inoltre, offre anche la possibilità di risparmiare ulteriormente durante il soggiorno, cucinando a casa ed evitando di mangiare sempre al ristorante.

Con che compagnia aerea viaggiare?

Scegliere con quale compagnia aerea viaggiare può influire molto sul costo di un viaggio, ed è importante quindi farlo con attenzione. Per risparmiare il più possibile, può convenire rivolgersi alle cosiddette compagnie low-cost che offrono biglietti a prezzi più bassi e vantaggiosi della media, a patto di rinunciare a qualche comfort.

Ad esempio, compagnie come Ryanair, Wizz Air o easyJet consentono di procurarsi biglietti aerei a prezzi spesso convenienti.

Nel caso in cui si scelga una compagnia low-cost, però, è importante fare attenzione ai possibili costi aggiuntivi, come quelli sui bagagli da stiva. Sempre più compagnie, infatti, offrono prezzi vantaggiosi per chi viaggia col solo bagaglio a mano e questo vale a maggior ragione per le low-cost.

In ogni caso, quindi, per risparmiare può essere una buona idea cercare di viaggiare leggeri, utilizzando solo uno zaino da portare in spalla.

Che meta scegliere?

Scegliere la meta è un altro aspetto molto importante. In base alla scelta del luogo, infatti, possono variare considerevolmente i prezzi dei voli e degli alloggi, ma soprattutto può cambiare notevolmente la cifra spesa per mangiare, bere e divertirsi.

Città come Parigi, Londra o Vienna, molto turistiche e appartenenti a paesi molto ricchi, necessitano di un budget maggiore per poter entrare nei locali o mangiare ai ristoranti. Può quindi essere una buona idea scegliere mete meno gettonate e costose, ma non per questo necessariamente meno affascinanti.

L’Europa, fortunatamente, non manca di località meravigliose ed economiche: Cracovia, Praga, Sofia e Budapest sono solo alcuni esempi di città che abbinano bellezze artistiche, divertimento e un costo della vita piuttosto basso.

Fare attenzione al cambio valuta

Quando viaggi in paesi al di fuori dell’eurozona, ovvero paesi in cui la valuta è diversa dall’euro, è essenziale prestare attenzione al cambio di valuta. I tassi di conversione negli uffici di cambio, infatti, non sempre risultano convenienti. C’è quindi il forte rischio di ricevere in cambio dei nostri euro una cifra inferiore a quella che ci spetterebbe secondo il cambio ufficiale, specialmente nel caso in cui decidessimo di cambiare i soldi in aeroporto, dove i tassi sono particolarmente sconvenienti.

Un ottimo modo per assicurarsi un cambio favorevole, senza dover girare per la città alla ricerca dell’ufficio col tasso migliore, è utilizzare un conto che offra la possibilità di cambiare valuta.

Revolut, ad esempio, è un conto online senza costi di gestione che offre la possibilità di cambiare valuta al tasso di cambio ufficiale, comodamente tramite app per cellulare.

Per aprire un conto Revolut è necessario:

  • scaricare l’applicazione sul cellulare;
  • scegliere un codice di accesso;
  • inserire il codice di verifica ricevuto tramite sms;
  • inserire i dati anagrafici e l’indirizzo email;
  • accedere alla sezione dettagli personali all’interno del profilo;
  • verificare la propria identità con un selfie e una foto del documento di identità.

Una volta aperto il conto, si potrà cambiare valuta dalla schermata principale, cliccando su “cambio” e scegliendo tra le numerose monete disponibili.

Che fare in caso di ritardo o cancellazione del volo?

Quando si sta per partire non si riesce a fare a meno di immaginare le possibilità più nefaste: e se il volo, prenotato con tanto anticipo, arrivasse in ritardo o fosse cancellato? Cosa fare in questi casi?

Per quanto nessuno se lo auguri, certe cose possono accadere. Nel caso, è importante mantenere la calma e far valere i propri diritti per alleviare il disagio.

Il ritardo del volo

Ecco quali sono i diritti del viaggiatore quando il volo viene posticipato:

  • nel caso in cui il volo faccia almeno 2 ore di ritardo, il diritto di ricevere assistenza dalla compagnia mediante l’offerta di buoni pasto;
  • nel caso in cui il volo sia posticipato al giorno successivo, il diritto alla prenotazione della camera di un hotel e il pagamento del trasporto fino all’albergo;
  • nel caso in cui il ritardo sia di almeno 3 ore, il diritto alla compensazione pecuniaria (un indennizzo economico).

La compensazione pecuniaria per il ritardo uguale o superiore alle 3 ore è pari a:

  • 250 euro per tutte le tratte fino a 1500 km;
  • 400 euro per le tratte interne all’UE superiori a 1500 km e per tutte le tratte tra i 1500 e i 3500 km;
  • 600 euro per tutte le tratte oltre i 3500 km.

Inoltre, se il volo ha fatto più di 5 ore di ritardo si potrà chiedere alla compagnia aerea di farsi rimborsare il volo o di trovarne un altro che arrivi nella stessa destinazione.

La cancellazione del volo

Se il volo viene cancellato e la compagnia aerea non avvisa della cancellazione entro i 14 giorni precedenti alla partenza, ai viaggiatori spetta il rimborso, l’assistenza della compagnia e l’indennizzo tra i 250 euro e i 600 euro, che viene determinato anche in questo caso in base alla tratta, come per il ritardo.

Quali sono i requisiti per ottenere l’indennizzo?

Che il volo abbia fatto tardi o sia stato cancellato, per ottenere l’indennizzo sono necessarie alcune condizioni:

  • aver comprato il biglietto e fatto il check-in;
  • la partenza o l’atterraggio doveva avvenire in un aeroporto situato in UE;
  • non deve essere passato più di un anno e mezzo dal volo soggetto al disservizio;
  • la compagnia aerea deve essere responsabile del ritardo o della cancellazione e non ci devono essere state delle cause esterne che hanno provocato il disservizio (es: maltempo, scioperi, rischi di sicurezza inevitabili, volatili nel motore, instabilità politica, chiusure dell’aeroporto, ecc…).

Chi desidera ottenere l’indennizzo per la cancellazione o il forte ritardo del volo deve conservare il biglietto, i voucher forniti dalla compagnia aerea e rivolgersi a un esperto di diritto di viaggio. Prima di rivolgersi a un esperto, si può anche utilizzare un calcolatore online per verificare se si ha diritto al risarcimento e a quanto ammonta.


note

[1] Art. 5 Regolamento CE n. 261/2004


Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube