Diritto e Fisco | Articoli

L’uso personale dell’auto da annotare sulla carta di circolazione

28 Ottobre 2014
L’uso personale dell’auto da annotare sulla carta di circolazione

“Favorisca patente e libretto di circolazione”: se non si tratta dello stesso automobilista scatta la multa.

Siamo agli sgoccioli: tra pochi giorni (in particolare, il prossimo 3 novembre) entrerà in vigore la nuova normativa che impone, ai possessori di auto non propria, di dichiarare il proprio nominativo alla motorizzazione, che lo annoterà sulla carta di circolazione (per maggiori dettagli, leggi “Registrato chi usa l’auto altrui”).

Nel caso dei rapporti tra società, soci e dipendenti, la questione diventa più complessa. Così, la Motorizzazione è intervenuta ieri con una circolare di chiarimento [1].

Non scatterà l’obbligo dell’annotazione dell’utilizzatore se l’auto aziendale è in uso come fringe benefit o come mezzo di servizio (anche solo parzialmente). Negli altri casi, l’obbligo della annotazione sulla carta di circolazione rimane, anche se si tratta di amministratori, soci o altri collaboratori dell’azienda.

In generale, il comodato dell’auto aziendale va sempre annotato, mentre tutte le altre forme di utilizzo del veicolo vanno esenti dal nuovo obbligo. Ma quando si può dire che vi sia un comodato? La questione viene affrontata dalla circolare di ieri, secondo cui il comodato sussiste quando c’è un utilizzo “esclusivo e personale” e “a titolo gratuito”. Il che è escluso nel caso del fringe benefit (infatti, trattandosi di una retribuzione in natura, non si può parlare di una concessione a titolo gratuito) né in quello del mezzo di servizio condiviso tra più dipendenti né nell’utilizzo promiscuo (quando il lavoratore ha il veicolo assegnato in esclusiva ma non in fringe benefit, ossia quando subisce una trattenuta per la parte di uso privato).

Sembra allora che l’unico caso di annotazione del nome del dipendente si ha nella rara ipotesi in cui egli riceva un veicolo in via esclusivamente, libero così di utilizzarlo tanto durante il lavoro quanto nel tempo libero. È per esempio il caso dell’informatore scientifico che ottenga l’auto aziendale anche per gli spostamenti nel fine settimana con la famiglia.

Alla scadenza del comodato, non sono necessarie ulteriori dichiarazioni o annotazioni, in quanto si presume che il veicolo rientri nella disponibilità dell’azienda, che comunque sarà tenuta a farne comunicazione alla Motorizzazione solo in caso di cessazione anticipata. Ma, se entro 30 giorni da tale interruzione affida il veicolo a un’altra persona, basta annotarne il nome, senza registrare la cancellazione dell’utilizzatore precedente.

Ai fini della annotazione presso la motorizzazione, l’utilizzatore (di norma, obbligato all’annotazione) può anche delegare a tale formalità l’intestatario del mezzo. Per ogni modifica da annotare sarà però obbligatoria una nuova delega. Se l’intestatario è una società di noleggio, la delega può restare nei suoi uffici: alla Motorizzazione si può esibire solo una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa dal noleggiatore, insieme a una fotocopia di un documento di identità o di riconoscimento del dichiarante.


note

[1] Motorizzazione, divisione 5, circolare prot. N. 23743/14.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. ma vale solo per le aziende? se utilizzo l’auto di un amico di tanto in tanto, o lo scooter di mio padre?

Rispondi a Marcello spina Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube