HOME Articoli

Lo sai che? Internet: il gestore risarcisce per l’assenza di connessione alla rete

Lo sai che? Pubblicato il 2 novembre 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 2 novembre 2014

Cliente risarcito per l’interruzione del servizio che ha comportato un danno patrimoniale all’attività aziendale e uno all’immagine.

Non c’è bisogno di essere clienti business per avere diritto al risarcimento del danno per l’interruzione del servizio di connessione a internet derivante da una colpa del gestore. A dirlo è una recente sentenza della Cassazione [1] che, tuttavia, fa una importante precisazione. È indispensabile, per ottenere il ristoro economico, dimostrare di aver subìto un danno. Danno che può essere di due nature, ma comunque va provato in modo preciso e puntuale:

1 danno economico: l’azienda che abbia subito un’interruzione nella propria attività, con conseguente perdita di clienti e affari, sarà tenuta a dimostrare quello che, in gergo tecnico viene definito “lucro cessante”, ossia la diminuzione delle chance di guadagno dal giorno dell’impossibilità di connettersi alla rete fino al ripristino del servizio.

Secondo i Supremi giudici, per poter accogliere la domanda di risarcimento del danno da lucro cessante (o da perdita di “chance”) è necessaria la prova, anche presuntiva, dell’esistenza di elementi oggettivi e certi dai quali desumere, in termini di certezza o di elevata probabilità – e non di mera potenzialità – l’esistenza di un pregiudizio economicamente valutabile.

2 danno all’immagine: l’azienda che abbia subìto una sospensione dell’attività, oltre a perdere clienti, potrebbe veder diminuita la propria affidabilità e credibilità sul mercato. Si tratta di una prova di certo più difficile della precedente, ma che, in determinati casi, potrebbe comportare importi di risarcimento più elevati. E ciò perché, se il danno economico si limita a individuare il mancato guadagno solo entro una forbice di tempo limitata, quello all’immagine può coinvolgere anche un futuro indeterminato e tutte le prospettive di crescita dell’attività economica.

note

[1] Cass. sent. n. 23154 del 31.10.2014.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI