Politica | News

Crisi di Governo: così Mosca infierisce

20 Luglio 2022 | Autore:
Crisi di Governo: così Mosca infierisce

La portavoce del ministero degli Esteri russo, commentando ciò che sta accadendo in Italia, dà la colpa alla mancanza di professionalità dei politici europei.

Proprio mentre in Senato è in corso la discussione tra i parlamentari, che in questo momento stanno esponendo le proprie ragioni a nome proprio e dei rispettivi partiti dopo il discorso del presidente Mario Draghi, da Mosca arriva un comunicato che infierisce sulla delicata situazione che l’Italia sta vivendo. Infierisce ma – come dichiaratamente espresso da Mosca – non «interferisce» nella politica altrui, seppur la storia italiana, quella leghista in particolare, ricordi fatti ben differenti.

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, in un commento riportato dall’agenzia di stampa Tass, ha dichiarato che «I politici europei dovrebbero cercare le cause delle crisi interne nei loro “errori” e nella “mancanza di professionalità». La risposta arriva dopo le ultime accuse del ministro degli Esteri Luigi Di Maio di aver brindato alla caduta del Governo Draghi, auspicando che arrivi il prima possibile.

Zakharova ha poi aggiunto «Consigliamo ai politici europei di cercare le cause delle loro crisi interne nei loro errori e nella mancanza di professionalità, le cui conseguenze sociali ed economiche sono sempre più avvertite dai cittadini comuni dei Paesi dell’Ue».

Secondo la portavoce, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio continua a cercare le cause esterne dei problemi politici interni dell’Italia. «Noi stessi siamo sbalorditi dalla potenza della diplomazia russa, stando a quanto suggeriscono i media italiani. Si scopre che i nostri ambasciatori possono cambiare i governi con un paio di chiamate», ha sottolineato.

«I rappresentanti di altri Paesi occidentali hanno ripetutamente provato con questi trucchi quando non c’era nessuno da incolpare per i propri fallimenti nel mezzo del crescente malcontento popolare – ha aggiunto – Questo, in particolare, è esattamente ciò che sta accadendo oggi nei mercati dell’energia e del cibo».

Zakharova ha evidenziato che «contrariamente agli ‘Stati veramente democratici’, i cui rappresentanti spesso ammettono apertamente e senza ombra di imbarazzo la loro partecipazione alla preparazione di colpi di Stato in altri Paesi, la Russia ha sempre aderito e continua ad aderire al principio di non-ingerenza negli affari degli Stati sovrani e le sue istituzioni diplomatiche osservano rigorosamente la Convenzione di Vienna del 1961 sulle relazioni diplomatiche». «Questo – ha chiosato – è stato più volte sottolineato, anche l’altro giorno nel contesto degli eventi di politica interna in Italia».

Non è tardata ad arrivare la risposta di Luigi Di Maio che, tramite il suo portavoce Giuseppe Marici, ha dichiarato: «Ancora prima dell’inizio di questa crisi di Governo, subito dopo l’aggressione russa ai danni dell’Ucraina, qualcuno a Mosca non ha fatto altro che intervenire nel nostro dibattito interno con continue e gravi ingerenze nei confronti del Governo italiano. Prima con endorsement a una forza politica del nostro Paese e successivamente con ripetute dichiarazioni contro il governo italiano. Appare evidente a tutti quale sia l’obiettivo, ossia provare ad alimentare la propria propaganda in Italia, così da screditare l’azione dell’esecutivo italiano. Un esecutivo che sta condannando fermamente l’atroce guerra portata avanti dall’esercito russo in Ucraina, con la morte di centinaia di innocenti».



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube