Diritto e Fisco | Articoli

Mutuo prima casa: detrazione degli interessi in caso di locazione parziale

4 novembre 2014 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 4 novembre 2014



Ho concesso in locazione parte della mia abitazione, continuando a vivere nell’appartamento; posso ancora detrarre gli interessi sul mutuo contratto per l’acquisto dell’abitazione oppure il fatto che io l’abbia parzialmente affittato mi impedisce di continuare a fruire della detrazione?

 

In linea generale, affittare la prima casa non fa perdere i benefici fiscali. È, infatti, consentito acquistare una prima casa anche se destinata alla locazione.

L’immobile, in ogni caso, deve avere le seguenti caratteristiche:

– non deve essere una casa di lusso;

– il proprietario deve essere residente o svolgere il proprio lavoro nello stesso Comune dell’abitazione acquistata;

– non si deve essere proprietari di altra abitazione situata nello stesso Comune.

Invece, si perde il diritto alle agevolazioni fiscali anche se:

– l’abitazione viene venduta entro 5 anni dall’acquisto senza che si acquisti un altro appartamento entro un anno;

– il contribuente ha rilasciato falsa dichiarazione sulla residenza al momento dell’acquisto o non ha effettuato il cambio di residenza entro i 18 mesi fissati dalla legge.

Se sussistono i requisiti appena descritti, una volta acquistato l’immobile si è liberi di destinarlo ad abitazione principale o darlo in locazione a terzi.

Se si utilizza l’immobile come abitazione principale, si potranno detrarre gli interessi sul mutuo.

Nel caso, invece, di immobile dato in locazione, la detrazione degli interessi sul mutuo si perde.

Nel caso di locazione parziale dell’immobile (per esempio, l’affitto di una stanza dell’abitazione principale, si tenga presente che la detrazione per interessi passivi spetta a condizione che l’immobile sia adibito ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto. Il diritto alla detrazione, invece, viene meno a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui l’immobile non è più utilizzato come abitazione principale (a eccezione del trasferimento per motivi di lavoro o del ricovero permanente in istituti di ricovero o sanitari). Se poi il contribuente torna ad abitare nell’immobile, potrà nuovamente detrarre gli interessi passivi sulle rate di mutuo pagate da quel momento in poi.

Appare quindi evidente che, in mancanza di diverse indicazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, la parziale locazione dell’abitazione principale non impedisce la detrazione degli interessi passivi pagati nell’anno. Il contribuente, infatti, ha continuato a vivere nell’abitazione che, a tutti gli effetti, è rimasta la sua abitazione principale.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI