Diritto e Fisco | Articoli

Successioni: in caso di separazione la moglie e il marito rimangono eredi?

9 novembre 2014


Successioni: in caso di separazione la moglie e il marito rimangono eredi?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 novembre 2014



Sono separato legalmente da mia moglie dal 1996 e, poco tempo dopo, ho acquistato una casa; se dovessi morire mia moglie potrà entrare nella successione per quanto riguarda questo immobile?

La separazione legale, che allenta il legame tra coniugi, non elimina i diritti di successione in caso di decesso del marito o della moglie. Pertanto, se uno dei due decede dopo la sentenza di separazione e prima di quella di divorzio, l’altro è suo erede secondo le normali regole del codice civile.

L’unico caso in cui non si ha l’effetto della successione è qualora, nella separazione, sia stato dichiarato l’addebito e la sentenza sia passata in giudicato. In altre parole, il tribunale deve aver accertato che la rottura del matrimonio si è verificata per colpa di uno dei due coniugi (dichiarando, appunto, a carico di questi il cosiddetto addebito).

Le norme del codice civile sulla successione [1] -che si applicano sia al caso in cui il defunto non abbia stilato un testamento, sia al caso in cui si voglia far valere la quota riservata contro disposizioni testamentarie – prevedono che il coniuge separato, cui non è stata addebitata la separazione con sentenza passata in giudicato, abbia gli stessi diritti successori del coniuge non separato.

Il coniuge cui è stata addebitata la separazione può avere diritto solo a un assegno vitalizio, se, al momento dell’apertura della successione, percepiva gli alimenti, in relazione alle sostanze ereditarie e agli eredi.

Dunque, in mancanza di pronuncia di addebito, il coniuge separato (superstite) diventa erede dell’altro (deceduto) non solo dei beni acquistati da quest’ultimo prima della separazione, ma di quelli successivi. Qualora poi intervenga il divorzio, non si avrà successione per nessun bene.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI