Politica | News

Elezioni: il Centrosinistra sfodera tre punte di diamante

10 Agosto 2022 | Autore:
Elezioni: il Centrosinistra sfodera tre punte di diamante

Il Pd ha annunciato la candidatura di Carlo Cottarelli, mentre Verdi e Si quella di Ilaria Cucchi e Aboubakar Soumahoro: tre nomi che raccontano molto.

Lo strappo con Carlo Calenda è ora solo un ricordo per il Centrosinistra, che è tornato a lavorare sulle proprie liste e programmi. Oggi, infatti, dal cappello dei candidati per la coalizione trainata dal Partito Democratico sono stati estratti tre nomi di un certo rilievo. Da un lato, i dem puntano tutto su un altro Carlo, in questo caso Carlo Cottarelli, che correrà al fianco di Pd e +Europa, mentre Verdi e Sinistra Italiana sfoderano Ilaria Cucchi, sorella del tristemente noto Stefano, che si batté con le unghie e con i denti per ottenere giustizia, e il sindacalista Aboubakar Soumahoro.

Collegandosi alla conferenza stampa di Emma Bonino, Benedetto Della Vedova e Enrico Letta, Carlo Cottarelli ha spiegato «Ho accettato, ed è un grande onore, l’offerta di Pd e +Europa di essere candidato comune alle prossime elezioni. Queste elezioni sono le più importanti, si confrontano due visioni del mondo, una progressista e l’altra conservatrice, e gli italiani devono decidere. Sono visioni legittime, ma sono diverse». Lo ha detto Carlo Cottarelli annunciando la sua candidatura per Pd e +Europa.

«Mi è molto dispiaciuto che non sia stato possibile portare avanti in modo unitario con Azione un percorso comune, ma guardiamo avanti. Anche se su strade elettorali diverse credo sia comune la visione progressista del mondo. Spero che da ora vedremo tutti come avversario chi porta avanti quella visione conservatrice che noi non condividiamo» ha spiegato l’economista.

«Cottarelli sarà una delle principali punte di diamante della campagna elettorale. Sarà candidato nel nord del Paese, sia nell’uninominale che nella parte proporzionale. Abbiamo intenzione di fare sì che la sua candidatura sia visibile e forte» ha detto Enrico Letta. «Cottarelli è il migliore interprete di quell’intesa della settimana scorsa, che vede entrare Cottarelli e uscire qualcun altro che deciso di uscire, rappresenta un grande privilegio poter lavorare con lui», ha aggiunto il segretario del Pd.

Dal canto loro, Europa Verde e Sinistra italiana hanno deciso di candidare Aboubakar Soumahoro e Ilaria Cucchi. Lo hanno annunciato in una conferenza stampa alla Camera il portavoce di Ev, Angelo Bonelli, e il segretario di Sì, Nicola Fratoianni.

Aboubakar Soumahoro è nato in Costa d’Avorio, giunto in Italia nel 1999, per anni si è occupato come sindacalista della condizione dei lavoratori agricoli e dei braccianti. Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, per anni si è battuta affinché venisse scoperta la verità sulla morte del fratello, fino a quando ha ottenuto una condanna in via definitiva in Cassazione (lo scorso aprile) nei confronti dei Carabinieri che hanno picchiato Stefano tanto da ucciderlo, condannati per omicidio preterintenzionale. Chucci e Soumahoro saranno candidati nell’uninominale e saranno i capilista di Europa Verde e Si.

«Lo abbiamo detto fin dal 2 luglio quando la presentammo che la lista Ev-Si vuole essere aperta e aggregare. Ev e Si che non si considerano autosufficienti. Ci hanno accusato di aver trattato con il Pd in cambio di un seggio sicuro ma queste candidature dimostrano che si trattava di falsità, dimostrano per chi abbiamo trattato e chi vogliamo portare in Parlamento». «Ilaria Cucchi e Aboubakar Soumahoro sono l’emblema di un’Italia che non si arrende, che si batte con tenacia per i diritti, per la dignità e la giustizia. Siamo molto fieri di averli convinti». Lo ha detto il segretario di Si, Nicola Fratoianni, presentando, insieme al portavoce dei Europa Verde, Angelo Bonelli, le due candidature.

«Sono molto emozionato – ha dichiarato Bonelli – nel presentare la candidatura di Aboubakar Soumahoro, che è una figura importante, un attivista e sindacalista che da 20 anni difende le persone invisibili, senza voce e senza volto della filiera agro alimentare. In una politica impazzita in cui imperversa l’ego e nella quale c’è chi si auto candida a premier, immaginate se a guidare l’Italia ci fosse una figura come quella di Aboubakar, per poter mettere al primo posto gli ultimi e per fare della giustizia sociale e ambientale l’agenda di un governo del cambiamento. Oggi si apre una bellissima pagina».

«Ci sono persone come Ilaria – ha concluso Fratoianni – protagoniste di una storia dura e dolorosa ma anche estremamente potente, che ha raccontato agli italiani che non è vero che bisogna accettare le cose avverse e che non si possa cambiare il corso delle cose. Ilaria è una donna straordinaria e sono molto orgoglioso che queste due figure abbiano accettato di guidare le nostre liste».



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube