Business | Articoli

La registrazione dell’atto costitutivo della società: come si fa

15 Dicembre 2015
La registrazione dell’atto costitutivo della società: come si fa

Registrazione all’Agenzia delle Entrate per società di persone e di capitali, soggetti obbligati, termini, pagamento dell’imposta di registro.

Dopo la sottoscrizione dello Statuto e i primi adempimenti necessari all’avvio dell’attività, la legge impone che l’atto costitutivo venga registrato presso l’Agenzia delle Entrate nella cui circoscrizione risiede il pubblico ufficiale che ha rogato l’atto. La registrazione è eseguita con la data del giorno in cui è stata richiesta.

Obbligati a chiedere la registrazione dell’atto sono il notaio che ha partecipato alla redazione dell’atto o, in caso di operazioni di società o enti esteri, gli amministratori che rappresentano la società o uno dei soggetti che rispondono delle obbligazioni della società o dell’ente.

Per la registrazione è dovuto il pagamento dell’imposta di registro che si calcola in base alla tipologia ed al valore dei conferimenti, in misura fissa o proporzionale.

Per la richiesta di registrazione è necessario presentare:

– la richiesta redatta in duplice esemplare su appositi stampati forniti dall’Ufficio e conformi al modello ministeriale;

– l’attestazione del pagamento dell’imposta liquidata dall’Ufficio;

– una copia conforme all’originale dell’atto; se riguardante diritti immobiliari, anche una terza copia in carta libera.

Nella richiesta deve essere indicato il codice fiscale dei soggetti destinatari degli effetti giuridici immediati degli atti.

Se la registrazione avviene a cura del notaio, le modalità di presentazione dell’atto costitutivo devono essere espletate con apposita procedura telematica e informatizzata.

Il termine per la registrazione degli atti formati in Italia è di 20 giorni che decorre:

– per le società di persone per le quali non è richiesta l’iscrizione nel registro delle imprese, dalla stipula dell’atto;

– per le società di capitali: dalla notizia dell’avvenuta iscrizione nel registro delle imprese.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube