Business | Articoli

Regime forfettario e nuovi minimi 2016, possono accedere i soci di Srl?

20 Dicembre 2015 | Autore:
Regime forfettario e nuovi minimi 2016, possono accedere i soci di Srl?

Forfettario 2016: accesso da parte di soci e di amministratori di società di persone e di capitali.

 

Sono socio amministratore di Srl: nel nuovo Regime dei Minimi 2016 è escluso chi possiede quote in società di capitali?

Il Regime Forfettario, conosciuto anche come Regime dei Minimi 2016 (regolamentato dalla Legge 190/2014, poi integrato dalla Legge di Stabilità 2016), non esclude dalla platea dei beneficiari chi possiede quote di società di capitali, a meno che non si tratti di Srl in regime di trasparenza. Sono esclusi dai soggetti che possono beneficiare di tale regime agevolato, difatti, i soggetti che partecipano a società di persone, associazioni [1]o società di capitali in regime di trasparenza fiscale.

L’esclusione opera per il solo anno in corso. In pratica ciò significa che, se si possiedono, nel 2015, delle quote in società di persone o di capitali in regime di trasparenza, e dette quote siano cedute nell’anno, per la loro totalità, nel 2016 sarà possibile l’accesso al Forfettario, dato che risulterà rimossa la causa ostativa all’ingresso nel Regime.

Regime dei Minimi e partecipazione in società

La stessa previsione è presente nella disciplina del Regime dei Minimi vero e proprio, ossia quello introdotto nel 2008, poi rinnovato nel 2011 [2]: tale regolamentazione fiscale non sarà più accessibile nel 2016, ma resterà in vita per coloro che vi hanno aderito sino al 2015.

La ragione di tali previsioni è stata spiegata da una nota circolare dell’Agenzia delle Entrate [3]: laddove il contribuente partecipi ad una società trasparente, di persone, o ad un’associazione, detta partecipazione non dà luogo a reddito di capitale. Permettendo l’accesso al regime agevolato (dei Minimi o Forfettario) a chi possiede suddetti redditi, si creerebbe una situazione in cui il contribuente risulterebbe titolare di redditi d’impresa e/o di lavoro autonomo, in parte assoggettati all’Irpef, in parte alla tassazione sostitutiva prevista dal regime fiscale agevolato.

Amministratore nel Regime dei Minimi

È invece controversa la possibilità, per il socio di S.r.l. non trasparente, di essere contemporaneamente titolare di partita IVA in regime dei minimi e amministratore della società, poiché l’Agenzia delle Entrate non ha mai dato una risposta univoca sull’argomento.

La dottrina prevalente, in merito, afferma che il soggetto che sia stato, o sia, socio amministratore di S.r.l., possa utilizzare senza preclusioni il Regime dei Minimi, dato che la normativa di accesso al Regime non vieta espressamente l’accesso a chi ha un incarico come amministratore, o lo ha avuto in passato.

Per quanto concerne il Regime dei Minimi “vero e proprio”, non vi sono dubbi sul fatto che l’apertura della partita Iva per svolgere un’attività di lavoro autonomo, dopo aver amministrato una S.r.l,. non possa costituire una “mera prosecuzione” dell’attività svolta in precedenza, poiché il contenuto delle due prestazioni ha una natura differente.

Ricordando, poi, il contenuto del codice Civile [4], in cui è previsto che l’amministrazione della società sia normalmente affidata a uno o più soci, è chiaro che l’amministrazione della Srl da parte del socio sia l’organizzazione naturale (anche se modificabile), suggerita proprio dal Legislatore. Dunque se il Legislatore avesse voluto vietare l’ingresso al Regime dei Minimi agli amministratori di S.r.l., lo avrebbe previsto esplicitamente, oppure non avrebbe consentito l’accesso a coloro che possiedono partecipazioni in società di capitali non trasparenti, in quanto “normalmente” amministrano la società stessa.

Amministratore nel Regime Forfettario

Lo stesso discorso vale per il Nuovo Regime Forfettario, per quanto concerne l’accesso alla tassazione sostitutiva, pari al 5%, per i primi 5 anni di attività, prevista dalla legge di Stabilità 2016; nessun problema, dunque, dovrebbe esistere per chi in passato è stato amministratore di Srl, visto che non si tratterebbe di mera prosecuzione di attività precedente; la questione non si pone nemmeno per l’accesso al Nuovo Regime Forfettario, laddove si voglia fruire della sola tassazione agevolata al 15%, poiché, per fugare ogni dubbio, basterebbe aver cessato nell’anno precedente l’attività di amministratore: detta tassazione agevolata al 15%, infatti, è accessibile anche a chi ha iniziato l’attività da tempo.

Ad ogni modo, seguendo lo stesso ragionamento esposto per il Regime dei Minimi, non dovrebbero sussistere problemi per chi è amministratore di S.r.l. e contemporaneamente utilizza il Regime Agevolato, in quanto manca un’esclusione esplicita da parte del Legislatore.


note

[1] Art. 5 Tuir.

[2] D.L. 98/2011.

[3] AE, Circ. 27/E/2011.

[4] Art.2475, co. 1, cod. civ.


2 Commenti

  1. Buongiorno.
    Mi chiamo Alessio N. ed ho trovato interessante tutto ciò che ha scritto.

    Io sono socio di due aziende a livello capitale ed ho una partita iva nei regimi minimi, il mio commercialista proprio pochi giorni fa mi ha chiamato dicendomi che ha commesso un’errore madornale.

    Dice che purtroppo tutte le fatture che ho emesso quest’anno ( da quando ho aperto la partita iva) sono da stornare e rifare perchè non posso essere nel regime dei minimi ma dovrei a tutti gli effetti avere una partita iva “normale”.

    Il problema ora è che molti mi hanno già pagato e dovrei contattarli per ( oltre a rifare la fattura) aggiungere l’iva che prima non era messa dato il regime dei minimi.

    La mia paura in questo momento è che molte aziende con le quali ho lavorato si tirerebbero indietro da ciò e dicendomi che il pagato era lordo e quindi dovrei metterci io l’iva.

    C’è una strada percorribile per risolvere la questione?

    Grazie in anticipo.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube