HOME Articoli

Lo sai che? Cassazione: dire “Sta esaurita” è reato di diffamazione

Lo sai che? Pubblicato il 13 novembre 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 13 novembre 2014

Il significato dell’aggettivo malato di mente, anche se non necessariamente corrispondente al suo significato nel linguaggio comune, è comunque suscettibile di offendere il destinatario dell’affermazione.

Rivolgersi alla vicina e dire “sta esaurita” è considerato una diffamazione se pronunciato alla presenza di altre persone attorno. Parola di Cassazione che, con una sentenza dell’altro ieri [1], ha inflitto una condanna penale sonora per un termine ormai entrato nel linguaggio comune. E ciò a dispetto di altre pronunce della stessa Corte che avevano sdoganato termini ancora più forti, primo tra tutti il vaffa

Per l’ingiuria – ricorda la Cassazione – bisogna sempre giudicare il contenuto della frase pronunziata e il significato che le parole hanno nel linguaggio comune.

Bisogna però prescindere sia dalle intenzioni inespresse dell’offensore (cioè se questi aveva o meno l’intenzione effettiva di offendere), sia dalla particolare suscettibilità della vittima e dalle sensazioni soggettive che la frase può aver provocato in quest’ultimo.

Insomma, si tratta di una valutazione oggettiva, per come la frase è percepita in un determinato contesto sociale e temporale.

Secondo i giudici, dare del “malato di mente” (“sta esaurita” per l’appunto), quando non è discussione la salute mentale della vittima, ma il riferimento è ad altre sue condotte, e quindi travalicando il senso di uso comune della malattia mentale equivale a offendere.

È anche vero che laddove la critica investa i rapporti tra vicini di casa, che invece dovrebbero essere improntati da un superiore atteggiamento collaborativo e solidaristico, la condanna penale è quasi sempre scontata (leggi “Dire vaffa non è ingiuria tranne al vicino di casa”).

note

[1] Cass. Sent. n. 46488 dell’11.11.2014.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. Una mia collega sta facendo girare in ospedale delle voci su di me dicendo a tutti che sono una malata mentale pericolosa e che necessito di cure immediate.come mi posso difendere da tali accuse?grazie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI