Diritto e Fisco | Articoli

Concorso in polizia: stop al limite di 30 anni per arruolarsi

13 novembre 2014


Concorso in polizia: stop al limite di 30 anni per arruolarsi

> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 novembre 2014



Euroincompatibile la regola introdotta da un’autonomia territoriale spagnola: il “tetto” anagrafico fissato per l’assunzione degli agenti costituisce una discriminazione ingiustificata.

La Comunità europea dice “no” all’ingiusta discriminazione prevista dalle leggi interne degli Stati dell’U.E. (nel caso di specie, si trattava di una autonomia territoriale della Spagna) che, in alcuni casi, per arruolarsi nella Polizia locale,impone un limite massimo di età (30 anni). Anche i cittadini che hanno sforato tale tetto sono idonei a partecipare al concorso.

È di poche ore fa la sentenza [1] della Corte di Giustizia dell’Unione Europea che stravolge le norme in tema di bandi di concorso per entrare in Polizia. Da adesso, dunque, non ci saranno più restrizioni di tale tipo. La discriminazione è ingiustificata e incompatibile con il diritto comunitario.

È vero: alcune funzioni degli agenti della polizia locale – sottolineano i giudici comunitari nella sentenza in commento – possono richiedere un’idoneità fisica particolare. Si pensi, ad esempio, alla protezione di persone e beni, alla detenzione e custodia dei criminali e al pattugliamento a scopo preventivo. E allora ben vengano le prove attitudinali fisiche di resistenza, di nuoto o sulla vista. Ma le capacità particolari richieste per l’esercizio della funzione di agente della polizia locale non possono essere collegate ad una fascia di età determinata. Nulla infatti prova che le persone oltre i 30 anni siano fisicamente meno idonee rispetto a chi ne ha ancora 20.

Di conseguenza, il legittimo obiettivo della pubblica amministrazione di garantire un livello di efficienza, buon funzionamento e affidabilità delle forze dell’ordine non va ancorato all’età dei partecipanti.

Insomma: il limite di età fissato dalla legge costituisce un requisito sproporzionato.

note

[1] C. Giust. U.E. causa n. C-416/13.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

5 Commenti

  1. Ma se non anni e anni che lo hanno eliminato! Il problema è che concorsi non ne fanno da una vita tanto che non sanno nemmeno come fare a sostituire tutti quelli che vanno in pensione. In ogni caso secondo voi farebbero mai superare il concorso a una persona di 40 o più anni? L’amministrazione investe su chi assume….e non su chi il giorno assunto definitivamente si mette in malattia seriamente.
    Anche io se dovessi assumere a parità di capacità, o merito, prendo quello più giovane!

  2. In Italia anni fa hanno eliminato, con una norma meramente declamatoria (contenuta nella prima legge Bassanini), il limite di età previsto “in generale” per l’accesso alla pubblica amministrazione e per le figure impiegatizie e a rapporto di impiego privatizzato; ma nulla ha mai vietato che nei bandi per i concorsi, e nei regolamenti locali degli enti locali, ad esempio per quanto concerne la Polizia Municipale, fosse previsto un limite di età, e infatti i grandi Comuni questo limite hanno sempre messo, e continuano a metterlo, nei bandi di concorso nella Polizia Municipale. Quanto all’affermazione (che scrive l’interventore Fabio) per cui l’Amministrazione investa su chi assuma e per cui allora l’Amministrazione non dovrebbe assumere candidati troppo “stagionati”, trovo che essa sia una affermazione insensata, degna di un “ideologia dell’operaismo di sfruttamento”; non tutti i candidati a dei concorsi pubblici hanno la stessa competenza e preparazione, e in molti casi la pubblica amminsitrazione in Italia è composta da gente così incompetente che sarebbero proprio dei candidati ai concorsi “quarantenni” a fare un favore alla pubblica amministrazione che li assume, perché dovrebbero adattarsi a lavorare con dei somari che magari hanno solo il merito di essere ben inseriti in una clientela politico-sindacale…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI