Job act: controlli a distanza sui lavoratori e demansionamento

16 Novembre 2014


Job act: controlli a distanza sui lavoratori e demansionamento

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 Novembre 2014



Riforma del lavoro: articolo 18, verifiche con telecamere e maggiore tutela dell’interesse dell’azienda.

“Il 1° gennaio entreranno in vigore le nuove regole sul lavoro, l’articolo 18 dal 2015 sarà superato, ci saranno minori costi per gli imprenditori, più soldi in busta paga per i lavoratori, una riduzione delle forme contrattuali e regole più chiare”, sono le parole del Capo del Governo, Renzi che da Bucarest anticipa: “si semplifica tutto, è un grandissimo passo in avanti”.

La riforma del lavoro – il cosiddetto Job Act – trova di nuovo il PD ricompattato su alcuni punti essenziali della delega, tra cui l’articolo 18 per il quale, a fronte dell’apertura sulla modifica, saranno previste eccezioni che consentiranno il reintegro sul posto di lavoro in caso di licenziamenti disciplinari. Invece, per i licenziamenti dovuti a crisi aziendale (“licenziamenti economici”) sarà previsto un indennizzo economico certo e crescente con l’anzianità.

Controlli a distanza

Cambierà un caposaldo dello Statuto dei lavoratori: il divieto di controlli a distanza (con telecamere ed altri mezzi) sui lavoratori sul posto di lavoro. Le nuove regole saranno decisamente più permissive delle attuali. Si aprirà all’uso delle telecamere o altre strumentazioni tecnologiche sui luoghi di lavoro. Ma i controlli dovranno essere sui macchinari.

 

Demansionamento

Oggi lo Statuto dei lavoratori stabilisce che il dipendente “deve essere adibito alle mansioni per le quali è stato assunto o a quelle corrispondenti alla categoria superiore che abbia successivamente acquisito”. La delega cambia anche questo aspetto e prevede la possibilità di una nuova disciplina delle mansioni, che tuteli maggiormente l’interesse dell’impresa e l’utile impiego del personale in caso di processi di riorganizzazione, ristrutturazione, contemperando tale necessità con l’interesse del lavoratore alla tutela del posto e della professionalità.

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI