HOME Articoli

Lo sai che? Isee: chi ha casa di proprietà sarà considerato benestante

Lo sai che? Pubblicato il 16 novembre 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 16 novembre 2014

Riccometro: la casa peserà di oltre il 60% in più rispetto al passato per via del passaggio ai nuovi valori utilizzati per il calcolo dell’Imu, rispetto a quelli della precedente Ici.

Domani mattina il nuovo Isee sbarca in Gazzetta Ufficiale. Dopo anni di gestazione, correzioni e affinamenti, finalmente la vecchia “autodichiarazione dei redditi” va in soffitta per lasciare il posto a un sistema molto più moderno e severo nell’individuazione delle disponibilità economiche delle famiglie: in parte automatizzato, grazie al controllo incrociato con le banche dati dell’amministrazione fiscale, in parte perfezionato nel calcolo dell’effettiva ricchezza. Si pensi, per esempio, al fatto che, a differenza del sistema attuale, verranno prese in considerazione nuove voci come i redditi soggetti a tassazione separata (come il TFR) o sostitutiva (canoni di affitto soggetti a cedolare secca). Nello stesso tempo, i correttivi consentiranno di “premiare” le famiglie più numerose o in cui sono presenti portatori di handicap.

Effetti collaterali della casa

Un problema che, probabilmente, era stato sottovalutato dai contribuenti è il peso che la casa di proprietà avrà sul nuovo Isee: e ciò per via dell’effetto collaterale del passaggio dall’Ici all’Imu: con l’aumento delle basi imponibili – che ha fatto impennare del 60% il valore degli immobili – ci sarà una ricaduta negativa sul conteggio finale per chi ha un appartamento di proprietà.

Dall’anno prossimo, infatti, la casa di proprietà peserà nell’Isee in base al valore ai fini Imu e non più in base a quello misurato dall’Ici. Ovvia conseguenza per via del cambio di guardia dell’imposta sulla casa da tre anni: ma ciò implicherà numerose conseguenze.

Innanzitutto nella vecchia Ici esisteva la franchigia da 100 euro che, con l’Imu, è stata invece cancellata. Ciò implicherà innanzitutto un innalzamento del valore degli immobili, ai fini Isee, in maggior misura per le case di valore fiscale inferiore. Si parla addirittura di percentuali superiori al 100%. Un appartamento di 60 mila euro che, con l’Ici, valeva 1.671 euro nel vecchio Isee, con l’Imu varrà invece ben 5.800 euro [1]!

È vero: con l’Imu, il valore dell’immobile va ridotto di un terzo prima di farlo rientrare nel patrimonio del contribuente (e poi, a sua volta, il 20% di tale valore entrerà nel calcolo dell’Isee). Ma ciò non basterà a neutralizzare l’incremento nel calcolo della ricchezza determinato dall’Imu. Se il valore Ici della casa è di 150mila euro (240mila per l’Imu), l’incremento del peso del mattone nell’Isee è “solo” del 27,1%.

Chi però ha ancora il mutuo da estinguere, potrà ottenere un vantaggio: infatti nel nuovo Isee, il debito residuo con la banca va sottratto dai calcoli.

Anche gli investimenti in titoli, azioni o obbligazioni (cosiddetto patrimonio mobiliare) saranno penalizzati. E, con essi, anche i risparmi sul conto corrente. Una delle novità del nuovo Isee, infatti, è la verifica – mediante sistemi telematici – del saldo presente in banca (leggi “Il nuovo Isee prevede controlli in banca contro i falsi proveri”). Ma la differenza rispetto al passato è che se tali risparmi e investimenti prima non venivano considerati se inferiori a 15mila euro (cosiddetta “franchighia”), oggi invece la soglia si abbassa a 6mila euro.

Risultato pratico: chi ha il conto in banca “pieno” e la “casa di proprietà” sarà considerato (molto) più ricco rispetto al passato. E, di conseguenza, potrebbe non accedere più a una serie di servizi sociali gratuiti di cui in precedenza usufruiva.

note

[1] L’appartamento da 60mila euro ai fini Ici (e quindi da 96mila euro ai fini Imu) valeva 1.671 euro nel vecchio indicatore (cioè il 20% di 8.354 euro, risultato della sottrazione fra 60mila e la franchigia da 51.646 euro), mentre dal 1° gennaio prossimo alzerà l’Isee di 5.800 euro, con un aumento del 247,1% rispetto a prima.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

8 Commenti

  1. e poi dicono che non aumentano le tasse, bugiardi traditori. Mi raccomando, questa primavera tutti, ma proprio tutti, a votare per il PD!! WWW il PD!!

  2. Non so se Renzi pensi che tutti i suoi connazionali siano degli imbecilli incapaci di pensare e ragionare (N.B. ero un elettore del PD ,dico ero…) . Dice continuamente che ha abbassato le tasse ma non dice che ha messo gli Enti locali, Regione, provincie e comuni nella condizione di dover alzare loro le tasse per cui … . Sono in pensione da due e la mia pensione perde il potere d’acquisto giorno dopo giorno ,ho una casa con 1000mq di terreno che mio padre con la propria liquidazione mi ha comprato 34 anni fa e che costò 24 milioni di lire (compreso il rogito) e quindi non è certo una villa ed ora leggo che sarò considerato “benestante”. Che schifo ! Undici anni fa venne a mancare mio fratello e la sua vedova prende una pensione la cui somma non arriva a 500@ e Renzi rompe i ……. con i suoi 80 € e i pensionati li elimina … Io credo che come Berlusconi non viva nel mondo reale ma in un mondo tutto suo fatto di sms ,di app, di tweet ecc ecc… .Una cosa è certa non voterò più il PD e non sono assolutamente un estremista ma un deluso, uno scoglionato come tantissimi altri che è stufo di tutto ciò !

  3. Quindi se guadagni 1000€ e vivi stando attento e risparmiando sarai più ricco di chi guadagna 1000€ e compra il cellulare da 900, l’auto da 50000, tutto a rate, e vive in affitto…
    Da ex universitario faceva già schifo prima l’isee, gente tutta griffata ed iPhone che pagava il minimo ed io che lavoravo, ma dovevo pagare il massimo perché i miei sono bravi risparmiatori ed ero considerato a loro carico.
    Ovviamente però non ero a loro carico per altre agevolazioni invece.

  4. cari italiani, l’europa ci toglierà pure la casa che con enormi sacrifici abbiamo comprato rinunciando a molte comodità, QUESTO GOVERNO NON HO RAGIONE D’ESISTERE E VA SOPPRESSO ANCHE CON LA FORZA

  5. Si discute su quanto pagare.cioè ormai il popolo si stupisce del fatto che deve pagare “di più” io invece sono matto e mi stupisco ancora del fatto che devo pagare un mobile o un immobile per tutta la vita sotto forma di tassa di proprietà.tutto ciò che compri non sarà mai totalmente TUO è questa la gravità .la tassa su un bene così importante !

  6. Io non sono d’accordo ma pultroppo per colpa di gente che dichiara il falso e non dichiara tutto ci andiamo di mezzo tutti …… Io faccio isee quasi tutti i giorni e vi posso garantire quanta gente non dichiara tutto pur di avere l’isee basso , e la cosa brutta che siamo più noi Italiani a mentire che ex comunitari …… Grande Delusione

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI