Business | Articoli

Diritto annuale Camera di Commercio: importi del 2016

6 Gennaio 2016 | Autore:
Diritto annuale Camera di Commercio: importi del 2016

Il Ministero dello Sviluppo economico ha comunicato i nuovi importi 2016, ridotti del 40%, che le imprese e i soggetti iscritti al REA devono pagare a titolo di diritto annuale alla Camera di Commercio.

Il diritto annuale camerale è il tributo dovuto alla Camera di Commercio competente da ogni impresa, iscritta o annotata nel Registro delle imprese e da ogni soggetto iscritto nel REA (Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative).

Il Ministero dello Sviluppo Economico, ha comunicato con una recente nota [1], gli importi del diritto annuale dovuto a partire da gennaio 2016. Tali importi sono ridotti del 40% rispetto all’anno precedente.

Importi per le imprese che pagano il diritto annuale in misura fissa

– imprese individuali iscritte o annotate nella sezione speciale (piccoli imprenditori, artigiani, coltivatori diretti e imprenditori agricoli: euro 52,80 (unità locale: euro 10,56);

– imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria: euro 120,00 (unità locale: euro 24,00);

Importi per le imprese che in via transitoria pagano in misura fissa

– società semplici non agricole: euro 120,00 (unità locale: euro 24,00)

– società semplici agricole: euro 60,00 (unità locale: euro 12,00)

– società tra avvocati previste dal D.Lgs. n. 96/2001: euro 120,00 (unità locale: euro 24,00)

– soggetti iscritti al REA: euro 18,00;

 

Importo per imprese con sede principale all’estero:

– per ciascuna unità locale/sede secondaria: euro 66,00.

Aliquote per imprese tenute al versamento del diritto annuale commisurato al fatturato (cioè imprese iscritte al registro delle imprese, diverse da quelle individuali e da quelle per cui siano previste specifiche misure fisse e transitorie):

– fino a 100.000,00: euro 200,00 (misura fissa)

– da 100.000,01 a 250.000,00: 0,015%

– da 250.000,01 a 500.000,00: 0,013%

– da 500.000,01 a 1 milione: 0,10%

– da 1 milione a 10 milioni: 0,09%

– oltre 10 milioni fino a 35 milioni: 0,05%

– oltre 35 milioni fino a 50 milioni: 0,03%

– oltre 50 milioni: 0,01%

L’importo del diritto annuale, a partire dal secondo scaglione, si calcola applicando l’aliquota al fatturato del 2015 mantenendo nel calcolo la sequenza di cinque cifre decimali. La somma ottenuta deve essere ridotta del 40%.


note

[1] Ministero dello Sviluppo Economico, nota prot. 0279880 del 22.12.15.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube