Questo sito contribuisce alla audience di
Moduli | Articoli

Modello richiesta giacenza media Poste italiane

9 Gennaio 2023 | Autore:
Modello richiesta giacenza media Poste italiane

L’intestatario di un prodotto finanziario postale può richiedere il dato relativo all’importo medio delle somme a suo credito ragguagliate in un anno, compilando un’apposita richiesta.

Il titolare di un rapporto postale come ad esempio di un conto corrente Banco Posta, di un libretto di risparmio o di una PostePay può richiedere il rilascio della giacenza media a Poste italiane per la certificazione ai fini Isee (Indicatore della situazione economica equivalente). Al fine di ottenere i dati relativi ai prodotti finanziari intestati o cointestati al proprio codice fiscale, necessari per la compilazione e presentazione dell’attestazione Isee, il cliente può compilare l’apposito modello richiesta giacenza media Poste italiane disponibile presso tutti gli uffici postali o utilizzare il facsimile che trova in calce al presente articolo.

Peraltro, dal 3 gennaio 2022, è possibile richiedere tali dati anche online, se si è in possesso di uno strumento di autenticazione per accedere all’app BancoPosta e/o PostePay e in Area riservata su poste.it. Per la richiesta online è necessaria la registrazione a poste.it.

Sui siti poste.it e postepay.it, i dati per la presentazione dell’attestazione Isee possono essere anche richiesti grazie all’assistente digitale di Poste italiane.

Solo per i clienti con rapporti amministrati o con tutore e per i minori è necessario effettuare la richiesta in ufficio postale presentando il documento di riconoscimento, la tessera sanitaria del tutore/amministratore/minore e il documento che attesti la tutela.

Giacenza media annua: cos’è e come si calcola?

La giacenza media annua è l’importo medio di denaro presente su un deposito/conto corrente postale o bancario in un anno (1° gennaio – 31 dicembre). Per calcolare la giacenza media annua bisogna dividere la somma delle giacenze giornaliere – ovvero del denaro disponibile sul deposito/conto al termine di ogni giorno – per 365, indipendentemente dal numero di giorni in cui il deposito/conto risulta attivo.

Facciamo un esempio per capire meglio.

Supponiamo che il 1° gennaio su un conto corrente postale ci siano 10.000 euro e che questa somma rimanga invariata anche per il giorno seguente mentre il terzo giorno, dopo un prelievo, la somma sia di 7.000 euro. Per calcolare la giacenza media di questi 3 giorni bisogna sommare le cifre disponibili nei 3 giorni (10.000 + 10.000 + 7.000 = 27.000 euro) e dividere il risultato per 3 (27.000 euro: 3 = 9.000 euro). Quindi, la giacenza media dei tre giorni in esame è di 9.000 euro.

Per ottenere la giacenza media annua questo stesso calcolo va fatto per tutti i 365 giorni dell’anno solare con delle precisazioni: in presenza di una giacenza giornaliera negativa, va inserito sempre il valore zero e in caso di un conto corrente cointestato, il valore della giacenza media va calcolato al 50%; se gli intestatari sono tre, va calcolato al 33,3% e così via.

Giacenza media e certificazione ai fini Isee: qual è il rapporto?

L’attestazione Isee rilasciata dall’Inps, è un documento che serve per certificare alle pubbliche amministrazioni la condizione economico-finanziaria di un nucleo familiare [1] e così accedere, eventualmente, a benefici socio-assistenziali (prestazioni sociali agevolate) come ad esempio al bonus luce, al bonus gas, alla carta acquisti, ecc.

Detta attestazione prende in considerazione tutte le voci di “ricchezza” –  vedi le proprietà immobiliari, le rendite finanziarie o i depositi nei conti correnti – attribuibili a ciascun componente del nucleo familiare che intende beneficiare della prestazione sociale agevolata. Perciò, tra i documenti richiesti per la sua compilazione rientrano anche quelli in cui è indicata la giacenza media di eventuali rapporti postali di cui sono intestatari o cointestatari i componenti della famiglia medesima.

La certificazione per dichiarazione Isee rilasciata da Poste italiane attesta la consistenza patrimoniale della famiglia fino alla data del 31 dicembre del secondo anno precedente alla richiesta (Isee ordinario). Ciò significa che per l’Isee 2022 la giacenza media richiesta è quella relativa all’anno 2020. Il saldo, invece, è aggiornato al 31.12.2020.

Se, però, si sono verificate determinate condizioni quali ad esempio una variazione della situazione reddituale complessiva della famiglia superiore al 25% rispetto alla situazione reddituale riportata nell’Isee ordinario, va rilasciato l’Isee corrente, calcolato sui redditi e i trattamenti percepiti dalla famiglia negli ultimi 12 mesi. Quindi, per l’Isee corrente 2022 la giacenza media richiesta è quella relativa all’anno 2021. Il saldo, invece, è aggiornato al 31.12.2021.

Qual è la giacenza media da richiedere a Poste italiane?

La giacenza media che può essere richiesta a Poste italiane è quella relativa a:

  • conti correnti BancoPosta attivi o estinti in corso d’anno;
  • libretti di risparmio cartacei e dematerializzati attivi o estinti in corso d’anno;
  • buoni fruttiferi postali (Bfp) cartacei e dematerializzati in essere (valore nominale al 31/12);
  • carte prepagate Postepay nominative (saldo al 31/12);
  • carte dotate di Iban, come a esempio Postepay Evolution;
  • carte Enti previdenziali (giacenza media al 31/12);
  • fondi comuni d’investimento (situazione al 31/12 della posizione in fondi);
  • deposito titoli (situazione al 31/12);
  • polizze assicurative (attestazione dei premi versati al 31/12).

Come compilare il modulo richiesta giacenza media Poste italiane

Il modulo richiesta giacenza media Poste italiane va compilato inserendo:

  1. i dati del richiedente (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza);
  2. il documento di riconoscimento (tipo, numero, autorità che l’ha rilasciato, data del rilascio);
  3. il codice fiscale del richiedente e dell’intestatario del rapporto, se diverso dal richiedente;
  4. la qualità del richiedente (intestatario, soggetto munito di apposita delega/procura, genitore, amministratore di sostegno, curatore, tutore);
  5. il tipo di richiesta.

Se il richiedente è diverso dall’intestatario occorre produrre copia della seguente documentazione:

  • procura per il procuratore;
  • codice fiscale del minore per il genitore;
  • atto di nomina per il tutore/l’ads (amministratore di sostegno)/il curatore;
  • delega autenticata o dichiarazione per soggetto delegato;
  • copia del documento di riconoscimento del richiedente.

La data e la firma del richiedente.


FAC SIMILE MODULO RICHIESTA GIACENZA MEDIA POSTE ITALIANE

Ufficio Postale ___________________ frazionario______________________

DATI DEL RICHIEDENTE

Cognome ______________________ Nome __________________________

Nato a ___________ il ___________________________________________

Comune di ____________________________________________________

residenza _____________________________________________________

Documento d’identità _______________________ n° ___________________

Rilasciato da___________________________ il ______________________

Codice Fiscale richiedente ________________________________________

Codice Fiscale intestatario (se diverso dal richiedente___________________)

in qualità di (barrare la qualità che riveste il richiedente):

  • Intestatario
  • Soggetto munito di apposita delega/procura
  • Genitore (esercente la potestà genitoriale in caso di intestatari minori di età
  • Amministratore di sostegno
  • Curatore
  • Tutore

DOCUMENTAZIONE DA ACQUISIRE (solo se il richiedente è persona diversa dall’intestatario)

  • Copia documentazione prevista per richiedente diverso dall’intestatario (procura per procuratore; codice fiscale del minore per genitore; atto di nomina per tutore/ads/curatore; delega autenticata o dichiarazione per soggetto delegato; copia documento di riconoscimento del richiedente)

TIPO DI RICHIESTA:

  • Giacenza media per certificazione Isee anno 20_________

*Per il Deposito Titoli indicare gli estremi del rapporto (numero e intestazione)
Informativa resa ai sensi degli articoli 13 e seguenti del Regolamento 2016/679/UE “Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali”: “Poste Italiane S.p.A., V.le Europa 175 – 00144 Roma, in qualità di Titolare del trattamento, La informa che opera nel rispetto delle disposizioni dettate dal Regolamento UE 679/2016 “Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali” e che i dati forniti con il presente modulo sono utilizzati esclusivamente per la trattazione della richiesta di cui allo stesso. Il conferimento dei dati è obbligatorio: in assenza non sarà possibile espletare le attività connesse alla gestione della ricerca. Per le descritte attività, Poste Italiane S.p.A. si avvale del proprio personale addetto alla gestione delle ricerche, nominato incaricato del trattamento e che tratta i dati con modalità cartacee e mediante l’uso di strumenti elettronici. Per esercitare i Suoi diritti di cui agli artt. 15 e seguenti del citato Regolamento, ossia l’accesso ai suoi dati personali, l’integrazione dei dati personali incompleti, la limitazione del trattamento dei dati personali (in tal senso i dati sono trattati soltanto con il Suo consenso, salvo che per la necessaria conservazione degli stessi), l’opposizione al loro trattamento, la cancellazione (“diritto all’oblio”), la portabilità dei dati, ovvero la trasmissione dei Suoi dati personali da un Titolare del trattamento ad un altro, qualora tecnicamente fattibile, può contattare il responsabile pro tempore della funzione Corporate Affairs/Tutela Aziendale/Privacy presso il Centro Servizi Privacy di Poste Italiane S.p.A., tramite i seguenti canali: e-mail: [email protected]

L’Informativa privacy completa è disponibile presso gli Uffici postali e/o sul sito www.poste.it

Data__________________                                                                          Firma Richiedente_________________________

note

[1] Per nucleo familiare ai fini Isee si intende la famiglia anagrafica, cioè l’insieme di persone che convivono e che sono legate da vincoli di parentela, affinità, tutela, affettivo o di matrimonio al soggetto richiedente una prestazione sociale agevolata.


Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube