Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Quando si compra una macchina usata si ha la garanzia?

12 Gennaio 2023 | Autore:
Quando si compra una macchina usata si ha la garanzia?

La copertura su eventuali difetti opera soltanto sulle auto nuove? C’è differenza tra l’acquisto da un concessionario e quello da un privato?

Sostenere che solo comprando una macchina nuova si può avere la garanzia sul veicolo equivale a una di queste due cose: o non si è ben informati o si mente sapendo di mentire. Anche quando si compra una macchina usata si ha la garanzia, anche se ci possono essere alcuni aspetti diversi rispetto a quella obbligatoria per le auto nuove di zecca e può variare a seconda che l’acquisto avvenga in concessionaria o da un privato.

Nessuno deve avere l’impressione di comprare qualcosa a scatola cieca: il venditore, in un modo o nell’altro, deve assumersi la propria responsabilità sul bene che sta piazzando a qualcuno e per il quale incassa i soldi richiesti. Dove il buon senso e a correttezza non arrivano, ci arriva un appiglio legale chiamato «garanzia». Vediamo come funziona quando si compra una macchina usata.

Cosa si intende con il termine «garanzia»?

Quante volte il consumatore si sente dire dal venditore di qualsiasi bene: «Ti garantisco che è un prodotto valido e perfettamente funzionante». Quel «ti garantisco» significa che lo stesso venditore ci mette la sua parola e si prende le sue responsabilità su quello che sta vendendo.

Se il bene in vendita è un’automobile, poco importa che si tratti di una macchina nuova o usata: il venditore ha il dovere di garantire che vale i soldi richiesti, che è perfettamente funzionante e adatta allo scopo per cui deve essere utilizzata, che non ha difetti. O, quanto meno, che non li ha perché così ha detto il venditore. Altrimenti, costui ne dovrà rispondere.

È bene precisare che il Codice del consumo prevede il rilascio obbligatorio di una «garanzia legale» per ogni bene di consumo, quindi anche per le auto. In questo modo, l’acquirente viene messo nella condizione di poter denunciare un difetto scoperto dopo l’acquisto.

La garanzia legale, però, non può essere rilasciata da un privato, inteso come il vicino di casa, l’amico o l’inserzionista che mette un annuncio su Internet per vendere la sua vettura. Tale garanzia può arrivare solo da un concessionario, da un rivenditore, da un importatore di auto usate. Tutti loro saranno tenuti a rilasciare la garanzia legale anche sulla macchina usata.

Quanto dura la garanzia sull’auto usata?

Appurato che quando si compra una macchina usata si ha la garanzia, quanto dura questa copertura? Dipende dall’utilizzo che se ne deve fare:

  • se è destinata ad un uso familiare o personale, la garanzia dura due anni dal giorno in cui ‘auto viene consegnata;
  • se, invece, l’uso è legato di un’attività lavorativa, la garanzia si riduce a un anno.

In certi casi (soprattutto se l‘auto ha già un certo numero di chilometri e di anni), ma solo davanti ad un preciso accordo scritto tra le parti, la garanzia sull’usato può essere comunque di un anno. In ogni caso, qualsiasi contratto di vendita che non preveda un periodo di garanzia è da ritenersi nullo.

Nell’arco dei periodi indicati, il proprietario del veicolo ha diritto agli interventi gratuiti di manutenzione su eventuali difetti, purché questi vengano denunciati entro due mesi da quando sono stati rilevati.

A che cosa dà diritto la garanzia sull’auto usata?

Chi acquista un’auto usata e rileva un vizio di funzionamento o, comunque, un difetto di fabbricazione nel periodo in cui la macchina è in garanzia legale, può di diritto chiedere:

  • che il veicolo venga riparato in tempi brevi, compatibilmente con l’entità del difetto;
  • che il veicolo venga sostituito con uno uguale, nel caso in cui il funzionamento di quello acquistano non riesca a essere ripristinato correttamente.

Può darsi che il venditore non sia in grado di fare né una cosa né l’altra, perché i pezzi di ricambio non ci sono più sul mercato o perché la stessa auto, così com’è stata comprata, non venga più fabbricata. In tal caso, ci sono altre due opzioni:

  • risolvere il contratto, restituendo a macchina e provvedendo ala restituzione dei soldi pagati;
  • tenersi la macchina, anche se con qualche difetto che non pregiudica il suo funzionamento e la sicurezza su strada, ottenendo il rimborso di una parte dei soldi pagati a modo di sconto.

Le peculiarità della garanzia sulla macchina usata

Comprare una macchina con zero chilometri e prenderne una che ha già 40mila o 50mila non può essere la stessa cosa. Non si può pretendere che quella usata non dia qualche segno di usura, per minimo che sia. Il tempo passa il conto e quel conto va tenuto in considerazione.

La copertura della garanzia legale sull’auto usata non interessa l’usura pregressa ma lo stato in cui il veicolo viene venduto, a patto che non sia una macchina da guidare come i Flintstones, cioè alzandola dai lati e mettendosi a correre. In altre parole, il venditore tira una riga sul passato, mostra l’auto al potenziale compratore ed elenca eventuali difetti acquisiti dal veicolo nel tempo. Da questo dipenderà anche il prezzo.

Dopodiché garantirà che, da quel momento in poi, la macchina non darà altri problemi diversi da quelli eventualmente presenti. Se questi problemi si verificano, allora interviene la garanzia. L’acquirente, pertanto, deve avere la certezza che non spenderà in meccanico o carrozziere più di quanto avrebbe speso se avesse comprato l’auto nuova a suo tempo.

Nel caso in cui la concessionaria imponesse di fare la manutenzione ordinaria o straordinaria solo in una dele sue officine autorizzate, pena la decadenza della garanzia, l’acquirente deve sapere che tale pretesa vale meno di zero. L’importante è che il proprietario tenga a posto l‘auto facendole fare gli opportuni interventi entro i tempi giusti e affidandosi ad un meccanico di fiducia.

Come si fa a dimostrare un difetto precedente all’acquisto?

Sei stato tu o sono stato io? Come si dimostra che il difetto riscontrato c’era già al momento dell’acquisto della macchina usata e che non è stato provocato dall’incuria o da cattive abitudini ala guida del compratore?

Una recente ordinanza della Cassazione [1] ha ricordato quel che da tempo ha stabilito il Codice del consumo, cioè:

  • se il difetto viene denunciato entro i primi 12 mesi dalla data di acquisto, il venditore deve provare di aver venduto la macchina in perfette condizioni e che, quindi, il problema sorto è da attribuire al compratore;
  • viceversa, se il difetto salta fuori 12 mesi dopo la data d’acquisto, sarà il compratore a dover dimostrare il contrario, cioè che la macchina gli è stata venduta con un vizio che ha generato il problema riscontrato.

Le responsabilità del privato che vende un’auto usata

Come abbiamo detto, la garanzia legale sulla macchina usata opera solo se il venditore è un professionista, non un privato cittadino. Che succede, quindi, se il vicino di casa mi vende la sua auto a buon prezzo e, dopo due mesi, l’affare si rivela un fiasco?

Va ricordato, a tal proposito, che l’operazione di compravendita tra due privati risponde a quanto riportato nel Codice civile sulla «garanzia per la cosa venduta» [2].

Il Codice, infatti, prevede l’obbligo del venditore di garantire l’assenza di vizi che rendano il bene inidoneo all’uso a cui è destinato o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore. La garanzia non è dovuta se al momento del contratto il compratore conosceva i vizi della macchina oppure se erano facilmente riconoscibili ma ha voluto comunque procedere all’acquisto. Attenzione, però: il patto che limita o che annulla la garanzia non è valido nel caso in cui il venditore agisca in malafede e nasconda al compratore i vizi del bene [3].


note

[1] Cass. ord. del 15.09.2022.

[2] Art. 1490 cod. civ.

[3] Art. 1491 cod. civ.


Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube