Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Segnalazione servizi sociali per anziani

15 Gennaio 2023 | Autore:
Segnalazione servizi sociali per anziani

Come attivare gli interventi sociali per le persone anziane? Quali sono le prestazioni socio-assistenziali e le prestazioni integrate socio-sanitarie previste per la terza età?

I servizi sociali comprendono tutte le attività finalizzate a garantire l’assistenza a persone che si trovano in situazioni di difficoltà come ad esempio famiglie, anziani, minori o disabili. In concreto, tali attività vengono svolte da operatori laureati, i quali intervengono per prevenire o eliminare condizioni di disagio economico e sociale, adottando apposite misure a favore sia di soggetti singoli sia di intere famiglie. Diversi sono i casi in cui è possibile richiedere l’intervento dei servizi sociali attraverso una segnalazione come ad esempio quando si è a conoscenza di persone anziane che versano in stato di abbandono o di necessità. La segnalazione ai servizi sociali per gli anziani può provenire dai loro familiari, da persone estranee al nucleo familiare (vedi un vicino di casa o un amico) oppure da soggetti qualificati (si pensi al medico di base o al parroco).

Alcune volte sono gli stessi anziani a richiedere l’intervento dei servizi sociali mentre altre volte sono i servizi sociali ad intervenire autonomamente senza che vi sia stata un’apposita segnalazione, in particolare quando vi è il consenso da parte della famiglia ad aderire al progetto predisposto dagli assistenti sociali per rimuovere le situazioni di difficoltà.

A chi sono rivolti i servizi sociali per gli anziani?

I servizi sociali per anziani prestano assistenza a quei soggetti di età superiore ai 65 anni che si trovano in condizioni di bisogno socio-assistenziale o di bisogno socio-sanitario e/o economico, ai quali essi stessi o i loro familiari non sono in grado di provvedere.

Dei servizi sociali per anziani possono usufruire anche le persone straniere di età superiore ai 65 anni che versano in situazioni di abbandono o di difficoltà in regola con il permesso di soggiorno e residenti nel Comune di cui fanno parte i servizi sociali ai quali è pervenuta la segnalazione.

Come fare una segnalazione ai servizi sociali per gli anziani?

La segnalazione ai servizi sociali, scritta oppure orale, può essere effettuata, personalmente o in forma anonima, da chiunque sia a conoscenza di una situazione di disagio, di necessità o comunque di abbandono in cui si trova una persona anziana.

Ad esempio, detta segnalazione può provenire:

  1. da parenti, amici e/o vicini di casa, che sollecitano l’intervento dei servizi sociali considerata la situazione di disagio in cui versa l’anziano;
  2. da soggetti qualificati, come il medico di famiglia o il parroco;
  3. dall’Asl o da altra struttura pubblica;
  4. dalle forze dell’ordine.

Anche lo stesso anziano il quale si rende conto, in maniera autonoma, di presentare un bisogno a cui non riesce a provvedere da solo, può decidere di rivolgersi ai servizi sociali.

La segnalazione deve contenere l’indicazione:

  • delle generalità della persona da assistere (nome e cognome, residenza, ecc.);
  • degli elementi concreti dai quali si può evincere, ad esempio, il suo stato di abbandono o di indigenza;
  • delle fonti di prova a sostegno della situazione di difficoltà;
  • degli eventuali interventi già effettuati dai servizi sociali.

Cosa fanno i servizi sociali per gli anziani?

Una volta ricevuta la segnalazione, i servizi sociali compiono una valutazione del caso, cercando di individuare gli interventi più opportuni per risolvere la situazione di disagio. Quindi, a seconda dei singoli casi, erogano prestazioni socio-assistenziali e/o prestazioni integrate socio-sanitarie. Ad esempio, possono erogare l’assistenza domiciliare in favore di quegli anziani che hanno difficoltà a permanere nel proprio nucleo familiare o abitativo senza aiuto, per il loro grado di non autosufficienza o di ridotta autosufficienza fisica oppure per scarsa capacità organizzativa rispetto alla gestione della casa, o per la loro situazione di solitudine e isolamento anche psicologico.

In genere, l’assistenza domiciliare comprende le prestazioni di cura della persona e di aiuto domestico, a cui se ne possono eventualmente aggiungere altre come quelle di:

  1. somministrazioni dei pasti a domicilio;
  2. servizio di lavanderia a domicilio;
  3. disbrigo di commissioni e collegamento con altri servizi di quartiere.

Per gli anziani con elevati livelli di non autosufficienza l’assistenza domiciliare può essere integrata con prestazioni mediche, infermieristiche, riabilitative, rese al domicilio degli assistiti da apposito personale (operatori socio-sanitari, infermieri, medici, terapisti della riabilitazione, a seconda del tipo di prestazione necessaria).

Per gli anziani che hanno bisogno di assistenza domiciliare va presentata una specifica domanda. L’istanza corredata dal progetto elaborato dagli assistenti sociali per rimuovere la situazione di difficoltà, viene poi esaminata dalla Commissione assistenza centralizzata.

I servizi sociali possono inserire gli anziani in un centro diurno, dopo apposita valutazione da parte di un’unità di valutazione geriatrica composta dall’assistente sociale territoriale, da un infermiere e da un geriatra. Il centro diurno è una struttura che accoglie vari servizi aperti alla comunità, in cui si organizzano molteplici attività come cineforum, attività musicali e artigianali, attività ludico-ricreative (vedi gioco a carte o feste da ballo), organizzazione di gite e visite guidate, attività sportive. Il centro diurno tende ad offrire attrezzature adatte a sopperire alle varie carenze dell’ambiente familiare, quindi esplica una funzione integrativa e di sostegno.

Per quanto riguarda le prestazioni integrate socio-sanitarie non è prevista la compilazione di nessuna domanda ma l’assistente sociale predispone la visita a domicilio dell’anziano da parte dell’unità di valutazione geriatrica per la formulazione del piano assistenziale individualizzato.

Altri esempi di prestazioni che i servizi sociali possono erogare in favore di anziani in difficoltà sono il telesoccorso, il sostegno economico mediante contributi ordinari o straordinari, l’esenzione dal ticket, l’inserimento in strutture residenziali (case di riposo, residenze sanitarie assistite).



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube