Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Assicurazione kasko: cos’è e come funziona?

21 Gennaio 2023 | Autore:
Assicurazione kasko: cos’è e come funziona?

Come funziona un contratto d’assicurazione? Cosa prevede la rc auto obbligatoria per legge? Cos’è la polizza kasko e in quali casi conviene?

L’assicurazione è il contratto che risarcisce i danni. Il suo funzionamento è però diverso a seconda del tipo di polizza che si decide di sottoscrivere: ci sono infatti assicurazioni che indennizzano solamente se il contraente è il danneggiato, altre invece che pagano al posto del contraente/danneggiante, come ad esempio nel caso della rc auto. Con questo articolo vedremo cos’è e come funziona l’assicurazione kasko.

Sin da subito possiamo dire che si tratta di una particolare polizza che gli automobilisti possono integrare con quella (obbligatoria) prevista per la responsabilità civile. Ma procediamo con ordine. Se l’argomento t’interessa e vuoi saperne di più, prosegui nella lettura: vedremo insieme cos’è e come funziona l’assicurazione kasko.

Cos’è e come funziona l’assicurazione?

L’assicurazione è il contratto con cui l’assicuratore si impegna a risarcire l’assicurato nel caso di danno. Si pensi a chi decide di assicurare la propria casa dal rischio di un incendio: se tale evento dovesse verificarsi, l’assicuratore dovrà risarcire i danni. Si parla in questi casi di “assicurazione contro i danni”.

Esiste un’altra “versione” dell’assicurazione: quella “sulla vita”. In questa ipotesi, l’assicuratore si impegna a pagare una certa somma (oppure una rendita periodica) al verificarsi di un fatto che attiene alla vita umana. Questo fatto può essere il raggiungimento di una certa età (cosiddetta “assicurazione caso vita”) oppure la morte di una persona, anche diversa dal contraente (“assicurazione caso morte”).

Ad esempio, è possibile stipulare l’assicurazione caso vita per far scattare il diritto a ricevere una certa somma al raggiungimento dell’età pensionabile, così da godere, per la vecchiaia, di un’ulteriore somma.

C’è assicurazione caso morte quando l’assicuratore deve pagare al verificarsi del decesso di una persona, che non necessariamente deve essere l’assicurato o il contraente.

Ad esempio, un padre di famiglia può stipulare un’assicurazione stabilendo che, alla sua morte, l’assicuratore garantirà una rendita al proprio figlio.

Che cos’è l’assicurazione della responsabilità civile?

L’assicurazione della responsabilità civile è una particolare forma di assicurazione contro i danni caratterizzata dal fatto che l’assicuratore risarcisce per i danni che il proprio assicurato ha causato.

In altre parole, mentre la “normale” assicurazione contro i danni risarcisce l’assicurato per i danni che ha patito, l’assicurazione della responsabilità civile risarcisce i terzi per i danni causati dall’assicurato.

Classico esempio è la rc auto, obbligatoria per tutti coloro che circolano con un veicolo a motore sulle strade pubbliche.

Che cos’è l’assicurazione kasko?

L’assicurazione kasko è un’assicurazione contro i danni che protegge gli automobilisti dai danni al proprio veicolo che non sono imputabili a terze persone.

Si pensi al conducente che, per mera distrazione, finisce fuori strada, contro un palo della luce o un albero. In un caso del genere la normale rc auto non pagherebbe in quanto il sinistro non è stato causato da un altro conducente.

L’assicurazione kasko, invece, completa la rc auto offrendo all’automobilista una copertura totale, in quanto:

  • se il conducente causa un incidente, interverrà la rc auto a proteggerlo;
  • se, invece, danneggia il proprio veicolo senza colpa di nessun altro, allora verrà ugualmente garantito ma questa volta dall’assicurazione kasko.

Come funziona l’assicurazione kasko?

L’assicurazione kasko è una polizza accessoria, nel senso che non è obbligatoria per i conducenti di veicoli a motore, i quali sono obbligato per legge solamente alla comune rc auto.

Come detto, con l’assicurazione kasko è possibile ricevere un risarcimento qualora la macchina riporti dei danneggiamenti, a prescindere dalla responsabilità.

Fermo restando la possibilità di modulare la polizza in base alle proprie esigenze, in genere l’assicurazione kasko copre i danni causati da urti, ribaltamenti e uscite di strada.

Si pensi a una manovra di parcheggio sbagliata, con conseguente urto contro un muretto o un palo della luce, oppure al veicolo che si ribalti a causa del manto scivoloso della strada.

Cosa non copre l’assicurazione kasko?

L’assicurazione kasko non copre i danni causati da agenti atmosferici (grandine, ecc.), atti vandalici oppure da furto e incendio: queste situazioni, infatti, sono coperte da altre garanzie accessorie, acquistabili separatamente.

In genere, l’assicurazione kasko non copre nemmeno i danni riportati dal veicolo in caso di guida in stato di ebrezza, in quanto vige il diritto di rivalsa da parte della compagnia, a meno di non sottoscrivere un’apposita polizza di rinuncia alla rivalsa in caso di ebrezza.

Allo stesso modo, la polizza copre solo i danni materiali subiti dal veicolo: quindi in caso di lesioni personali dopo un incidente per colpa propria non sono compresi risarcimenti per danni fisici.

In questa ipotesi, però, è possibile integrare all’interno della polizza dell’auto anche un’assicurazione contro gli infortuni del conducente.

Quando conviene la polizza kasko?

L’assicurazione kasko conviene a chi trascorre molto tempo a bordo del proprio veicolo: è il caso di chi viaggia per lavoro oppure di chi deve spostarsi di continuo per altre ragioni.

La polizza kasko conviene anche nel caso di auto di particolare valore: senza questo tipo di assicurazione, se subisse un danno per colpa del proprietario non spetterebbe alcun tipo di risarcimento.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube