HOME Articoli

Lo sai che? Scarico e fossa settica non funzionante: reato per il fastidio ai vicini

Lo sai che? Pubblicato il 26 novembre 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 26 novembre 2014

Necessario il disturbo superiore alla normale tollerabilità nei confronti di più di un proprietario limitrofo.

 

L’impianto di scarico va sempre tenuto in ottimo stato di manutenzione. I rischi, in caso contrario, sono anche quelli di un procedimento penale per le molestie provocate ai vicini. A condizione che si sia superata la normale tollerabilità per l’altrui vista e olfatto e che a subìre il disturbo sia più di una persona.

A dirlo è un’ordinanza della Cassazione di qualche ora fa [1]. Non solo quindi il giudizio civile di risarcimento del danno, ma anche la pena dell’ammenda per il proprietario di un ristorante che non ha provveduto a tenere pulito lo scarico e la fossa settica: è questa la conclusione della Corte per chi non tiene un atteggiamento diligente e rispettoso delle regole di igiene pubblico.

La nauseabonda fuoriuscita di liquami dalla fossa settica, conseguenza del non idoneo impianto di scarico del locale fa scattare il processo penale quando i liquidi maleodoranti, atti ad imbrattare l’area comune, molestano più di uno dei proprietari limitrofi.

L’illecito penale contestato è quello di molestie ai danni delle persone che abitano e vivono nelle vicinanze del ristorante-pizzeria.

Quando è evidente la situazione di assoluta invivibilità, non salvano neanche le periodiche rimozioni di fanghi affidati a una ditta privata. Il proprietario del locale, infatti, ha una responsabilità personale, in quanto la fuoriuscita dei liquami è dovuta ad una sua negligente, o nulla, manutenzione della fossa settica.

note

[1] Cass. ord. n. 49213 del 26.11.2014.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI