Bonus bebè 80 euro: approvato con modifiche

30 novembre 2014


Bonus bebè 80 euro: approvato con modifiche

> Diritto e Fisco Pubblicato il 30 novembre 2014



Isee non oltre 25 mila euro; arrivano anche i buoni acquisto da mille euro per le mamme con almeno 4 figli con il nuovo Fondo Famiglia.

La Camera ha approvato la legge di Stabilità di fine anno e, tra le brutte notizie (come l’aumento dell’IVA con la clausola di salvaguardia, che passa dall’attuale 22% al al 25,5% al 2018), ce ne sono anche di buone. Come l’ingresso del bonus bebè la cui soglia di accesso è stata però ridotta, passando da 90 mila euro di reddito in Isee (così era l’originaria bozza) a 25 mila euro (circa 40mila euro di reddito complessivo).

Dunque l’assegno per i nuovi nati scatterà solo se l’Isee non supera i 25mila euro. Una misura di sostegno per cittadini e famiglie che, comunque, a pagare saranno sempre gli stessi italiani, in termini di maggior gettito (così l’aumento della tassazione sui fondi pensione e l’eventuale impennata dell’IVA e delle accise su benzina e gasolio).

L’assegno sarà pari a 960 euro all’anno per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017.

I nuovi limiti di reddito

I limiti di reddito per usufruire del bonus bebè sono stati modificati dalla Camera rispetto al testo originariamente scritto dal Governo. In particolare, l’assegno sarà concesso se l’Isee familiare non supera i 25mila euro. E raddoppierà se l’indicatore resta sotto i 7mila euro.

Fondo famiglia

La legge Stabilità istituisce poi il cosiddetto “Fondo famiglia” per il quale sono stati stanziati 45 milioni nel 2015. In particolare si prevede la concessione di buoni acquisto da mille euro per le mamme che hanno almeno quattro figli e un Isee fino a 8.500 euro.

Bonus Irpef di 80 euro

Con l’approvazione della legge di Stabilità diventa infine strutturale il bonus Irpef di 80 euro introdotto dal Dl 66/2014 per i lavoratori dipendenti con un reddito fino a 26mila euro.

note

Autore immagine: Angelo Greco

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI