HOME Articoli

Lo sai che? Come ci si libera dalla fideiussione

Lo sai che? Pubblicato il 30 novembre 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 30 novembre 2014

L’impegno della fideiussione permane per tutta la durata del contratto garantito.

La fideiussione prestata a garanzia dell’adempimento di un contratto si protrae almeno per lo stesso termine entro il quale le prestazioni dell’obbligazione principale devono essere eseguite. In altre parole, non è concesso al fideiussore inviare una lettera al terzo garantito (il creditore della prestazione) per sciogliersi unilateralmente dall’impegno. Il recesso dalla fideiussione è consentito solo con il consenso espresso (essenziale una forma scritta) del creditore.

Del resto, lo scopo della fideiussione è proprio questo: dare certezza al creditore di poter aggredire, in caso di inadempimento, oltre al debitore principale, anche il garante.

È quanto precisato dalla Cassazione in una recente ordinanza [1].

Così, se anche i rapporti tra debitore e fideiussore si sono interrotti (si pensi all’amministratore di una società che abbia cessato la carica, ma che in precedenza aveva fornito garanzia per un mutuo erogato all’azienda; o il coniuge che, prima della separazione, aveva fatto da fideiussore all’ex), non c’è modo di recedere dall’obbligo di garanzia prestato nei confronti del creditore.

Nessuna valenza giuridica, quindi, potrà avere una dichiarazione unilaterale sottoscritta dal garante e inviata al creditore: neanche se accettata e firmata dal debitore principale.

È dunque sbagliato ritenere – come in molti fanno – possibile per il fideiussore recedere, in qualsiasi momento, dalla garanzia, comunicando ciò per iscritto e, così facendo, non essere più tenuti a rispondere della morosità verificatasi successivamente al recesso medesimo.

La Corte di Cassazione, nella sentenza in commento, ha però operato una importante precisazione, distinguendo tra

1. casi in cui al contratto principale di durata sia apposto un termine: nel qual caso non è consentito il recesso ingiustificato prima del termine

2. casi in cui il contratto sia stato stipulato a tempo indeterminato: nel qual caso il recesso è ammesso.

Alla luce di ciò, bisogna però preliminarmente verificare, con estrema attenzione, se il contratto principale debba essere interpretato nel senso che l’impegno fideiussorio debba ritenersi assoggettato allo stesso termine a cui è assoggettata l’obbligazione garantita (così, per esempio, potrebbe essere nel caso di una fideiussione per un contratto di locazione che, pertanto, deve intendersi – anche se non specificato espressamente – vincolata alla durata dello stesso affitto).

Non avrebbe, infatti, alcun senso la prestazione di una garanzia per l’adempimento di determinate obbligazioni che non si protragga per lo stesso termine entro il quale dette obbligazioni debbono essere adempiute.

Pertanto, per poter affermare che il fideiussore abbia o meno il diritto di recedere dalla fideiussione in qualunque momento, il giudice deve prima accertare se, nel contratto principale e in quello di fideiussione, sia stato espressamente convenuto dalle parti il diritto del fideiussore di recedere in qualunque momento dalla prestazione di garanzia, o se invece ricorra altra causa idonea a giustificare il recesso anticipato.

In conclusione, la fideiussione, di norma, si protrae per lo stesso termine entro cui le prestazioni garantite devono essere eseguite.

note

[1] Cass. ord. n. 25171 del 26.11.2014.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. “Il recesso dalla fideiussione è consentito solo con il consenso espresso (essenziale una forma scritta) del creditore.”
    Ma da dove è stata tratta questa affermazione? Non certo dalla ordinanza commentata nè è riscontrabile altrove.Credo sia una gravissima inesattezza

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI