Diritto e Fisco | Articoli

Come garantire al convivente l’eredità

1 dicembre 2014


Come garantire al convivente l’eredità

> Diritto e Fisco Pubblicato il 1 dicembre 2014



Successioni: legato e donazione come strumenti a favore del convivente more uxorio.

 

Per garantire, all’apertura della successione, la titolarità di beni del compagno deceduto al convivente di fatto (cosiddetto “more uxorio”) superstite, esiste la possibilità di apporre nel testamento dei legati testamentari: per esempio di usufrutto sulla totalità o una quota del patrimonio con la possibilità di prevedere una dispensa per quanto concerne la redazione dell’inventario ovvero la prestazione della cauzione.

Lo stesso può dirsi per il legato del diritto di abitazione o del diritto di uso sulla casa dove si svolgeva la convivenza oppure su un altro bene. Si ritengono validi anche i legati di rendita vitalizia, alimenti, mantenimento.

Infatti, con la figura del legato, i conviventi more uxorio” hanno la possibilità di regolare con maggiore autonomia le proprie disposizioni testamentarie in attesa che la leggi regoli in modo organico tutta la materia.

Per quel che concerne le donazioni, esse presentano alcune perplessità. Infatti, se da un lato la donazione possiede un vantaggio di essere soggetta a un minore rischio di revoca rispetto al testamento (in quanto i casi di revocabilità sono tassativi e consistono solo nella ingratitudine e nel caso di sopravvenienza di figli), dall’altro la donazione non esclude il rischio della temporaneità dell’acquisto in capo al convivente donatario qualora il bene donato ecceda l’ammontare della quota disponibile.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. Quid iuris ? ( condendo ) quando il convivente ( ultratrentennale ) non dispone alcunché per via testamentaria , deludendo ogni aspettativa del partner more uxorio. N.B. Occorre far intervenire il Giudice con opportuni sostitutivi fondamenti in diritto e/o far modificare le disposizioni del c.c. in materia. Avv. Mercati

  2. Argomento che diventerà sempre più importante e che può essere contestualizzato in uno scenario più ampio di prevenzine dei conflitti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI