Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Come si pagano le tasse quando si importa dalla Cina

4 Febbraio 2023 | Autore: Annarita Orrù
Come si pagano le tasse quando si importa dalla Cina

Importazione di prodotti dalla Cina in Italia: tutto ciò che c’è da sapere.

Numerose piattaforme in tutto il mondo, e soprattutto in Cina, portano diversi prodotti nelle nostre case. Questi negozi online sono solitamente creati con le migliori piattaforme di e-commerce esistenti in rete come Meituan, Suning, Alibaba, Aliexpress, etc.

Grazie ai negozi online come questi, oggi il commercio è molto più conveniente. Importare dalla Cina comporta diverse tasse che è consigliabile prendere in considerazione prima di effettuare qualsiasi ordine, poiché i costi aumentano e la tua intenzione di reselling potrebbe rivelarsi una pessima idea. In particolare, entrano in gioco i dazi doganali dell’Unione Europea, l’Iva sull’importazione, le commissioni degli agenti doganali e altre spese + l’Iva corrispondente.

Facciamo chiarezza per capirci meglio.

Se non ti è ancora chiaro cosa si intende per importazione, chi è il soggetto passivo e cosa sono le esenzioni, prosegui nella lettura di questo articolo.

Iva sulle importazioni dalla Cina

L’Iva sull’importazione è un’imposta dovuta dall’importatore sugli acquisti effettuati al di fuori dell’UE. L’imposta è per lo più del 21%, anche se esistono aliquote ridotte del 10% e del 4%. Da un lato, l’Iva viene riscossa sul valore doganale delle merci (a cui vengono precedentemente aggiunti i dazi doganali) e, dall’altro, viene riscossa sugli onorari degli agenti doganali e su altre spese.

Innanzitutto, bisogna sapere che l’Unione Europea è un mercato unico, quindi tutti gli Stati membri hanno le stesse aliquote doganali quando si importano prodotti dai Paesi extra UE. Se importati da un altro Paese dell’UE, sono considerati acquisti intra-UE. Ciò che fa variare le tariffe doganali sono i tipi di prodotti.

L’Unione Europea cerca di proteggere le proprie industrie, quindi applica un’aliquota più alta al tipo di articolo che si ritiene sia già prodotto in quantità sufficiente nell’UE. Ad esempio, le scarpe sono tassate al 12%, le biciclette elettriche al 6% e i pannelli solari allo 0%. Ci sono anche tariffe aggiuntive su alcuni prodotti, come il tabacco e l’alcol.

Costi doganali per l’importazione dalla Cina

Al valore doganale devono essere aggiunti i seguenti costi, da pagare separatamente, se necessario:

  • commissioni e compensi agli agenti di vendita;
  • costi di trasporto sostenuti nel Paese dell’importatore;
  • costi sostenuti nel porto di destinazione.

Le autorità doganali non fanno stime, quindi il valore dichiarato sarà riportato sulla polizza di carico, un documento rilasciato dal fornitore o dal vettore.

In che misura viene applicata l’imposta? L’Iva viene applicata se l’importazione supera i 22 euro per le spedizioni inviate da un’azienda e i 45 euro per le spedizioni tra privati. Il dazio viene addebitato a partire da 150 euro. Se il valore di importazione è inferiore, siete esenti.

Esistono diversi modi per pagare le tasse quando si importa dalla Cina. Le più comuni sono le tre seguenti:

  • pagare lo spedizioniere: questa è l’opzione più semplice. Quando il carico arriva al porto e le tasse vengono sommate dalle autorità doganali, vengono fatturate dal vostro corriere. In altri casi, è possibile chiedere che vengano pagate prima della spedizione;
  • richiedere un credito doganale: le autorità doganali offrono crediti agli importatori che consentono loro di ricevere il carico prima e di pagare i dazi successivamente. Viene versato su un conto bancario delle autorità e non all’azienda di trasporto;
  • tasse incluse nel prezzo pagato al fornitore: gli acquisti DDP includono le tasse doganali oltre ai costi di spedizione e di intermediazione doganale. Tuttavia, spesso le tasse come l’Iva non sono incluse e devono essere pagate all’arrivo al porto.

Devo pagare le tasse in Cina?

Qualsiasi costo sostenuto in Cina deve essere incluso nel prezzo FOB.

È possibile pagare volontariamente le tasse se non sono state riscosse in dogana?

Occasionalmente, un’importazione superiore a 22 euro non viene fermata in dogana e non viene addebitata di dazio. Non si tratterebbe di un’irregolarità e non dovreste pagarli, anche se dovreste aggiungere l’Iva alla vostra fattura di vendita e avreste più Iva da versare alle autorità fiscali nella vostra dichiarazione trimestrale. Se volete pagare le tasse, dovrete trovare un agente doganale per questa procedura.

Cosa sono le imposte antidumping?

Il governo cinese permette ad alcuni produttori locali di vendere i loro prodotti a un prezzo inferiore a quello di mercato, una pratica chiamata dumping. Nell’Unione Europea, questa è una pratica vietata e, per regolamentarla, si ricorre a tasse antidumping su alcune industrie o produttori specifici, che di solito sono comprese tra il 40% e il 60%.

Prima di decidere di importare prodotti dalla Cina, informati bene.



Di Annarita Orrù


Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.


 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI
CERCA SENTENZA