Diritto e Fisco | Articoli

Costruzione senza rispetto delle distanze: risarcimento anche se c’è concessione edilizia

4 Dicembre 2014
Costruzione senza rispetto delle distanze: risarcimento anche se c’è concessione edilizia

Danno da indennizzare anche con il titolo amministrativo: la licenza non salva dalle violazioni del codice civile.

 

Deve risarcire il danno il vicino che costruisce un manufatto senza rispettare le distanze legali. E ciò vale anche nel caso in cui questi abbia ottenuto dal Comune la concessione edilizia. Una cosa, infatti, è il rispetto della normativa amministrativa, un’altra quella civilistica stabilita dal codice civile.

È quanto risulta da una sentenza [1] della Cassazione di poche ore fa. Nel caso di specie è stato condannato alla demolizione l’artefice di un muro di contenimento costruito sulla proprietà del condominio in violazione delle distanze legali minime con il fondo del vicino.

Ad avviso della Suprema Corte, ormai costante in questo orientamento, la presenza di una concessione edilizia (rilasciata, com’è noto, “salvo diritti di terzi”) non può mai “scriminare”, sotto il profilo civilistico, la condotta realizzativa di violazione delle distanze legali. Queste ultime, infatti, sono imposte non per il rispetto delle norme urbanistiche, ma della limitrofa proprietà privata individuale. Si tratta di due cose distinte e il rispetto dell’una non implica, in automatico, anche il rispetto dell’altra. Ben fa, allora, chi sta per realizzare un’opera a verificare di aver rispettato tanto il codice civile quanto i regolamenti comunali con la richiesta di titolo edificatorio.


note

[1] Cass. sent. n. 25637 del 4.12.2014.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube