Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

La conciliazione davanti al giudice vincola gli acquirenti?

22 Ottobre 2022
La conciliazione davanti al giudice vincola gli acquirenti?

Ho concluso una conciliazione davanti al giudice. Ho poi venduto l’immobile relativamente al quale la conciliazione fu siglata. Gli acquirenti sono obbligati a rispettare quell’accordo? 

Il verbale di conciliazione da lei allegato, come le è noto, costituisce ai sensi dell’articolo 185 del Codice di procedura civile, titolo esecutivo (come, peraltro, viene ricordato nello stesso verbale).

La giurisprudenza, con interpretazione estensiva dell’articolo 477 del Codice di procedura civile, ritiene che il titolo esecutivo abbia efficacia anche nei confronti dei successori a titolo particolare, cioè anche nei confronti di coloro i quali, come nel suo caso, acquistano dalle parti fra le quali il titolo esecutivo si formò.

L’opinione secondo la quale il titolo esecutivo (e quindi anche un verbale di conciliazione sottoscritto dinanzi al giudice per porre fine ad una lite già avviata) produce effetto anche nei confronti degli aventi causa dagli originari sottoscrittori, è condivisa sia da parte della dottrina (Luiso, Diritto processuale civile, Il Processo esecutivo) che dalla giurisprudenza (in questo senso si è espressa la Corte di Cassazione, con sentenze n. 73 del 2003 e n. 2.748 del 1998 ed il Tribunale di Reggio Emilia con ordinanza del 10 febbraio 2014).

Pertanto, gli obblighi assunti dalle parti, sottoscrivendo quel verbale di conciliazione, vincolano ed hanno efficacia anche nei confronti dei loro successori a titolo particolare, cioè nei confronti di coloro i quali hanno acquistato i beni relativamente ai quali sorsero quegli obblighi consacrati nel verbale di conciliazione.

Perciò sia i suoi donatari che, eventualmente, gli acquirenti a titolo oneroso o i donatari della controparte resteranno vincolati a ciò che nel verbale di conciliazione fu deciso ed agli impegni ed agli obblighi che furono in quella sede assunti.

Ed essendo vincolati anche i donatari, anche loro possono essere diffidati dalla controparte al rispetto degli obblighi assunti nel verbale di conciliazione.

Ma, allo stesso tempo, pure loro possono diffidare la controparte se non dovesse rispettare gli impegni sottoscritti nel medesimo verbale.

Articolo tratto dalla consulenza resa all’avv. Angelo Forte



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube