Questo sito contribuisce alla audience di
Cronaca | News

Bonus carburati prorogato ancora: ecco per quanto

19 Ottobre 2022 | Autore:
Bonus carburati prorogato ancora: ecco per quanto

Il consiglio dei ministri ha confermato lo sconto sui carburanti prorogandolo ulteriormente fino al 18 novembre 2022.

Ora che i prezzi dei carburanti stanno tornando alle stelle, il rischio che il Governo non riuscisse a prorogare la misura che consente un prezzo calmierato della benzina si era fatto concreto. Fortunatamente, nonostante i giorni di assestamento politico, il Governo Draghi, a distanza di pochissimo dall’entrata in azione del nuovo Esecutivo che quasi certamente sarà a guida Giorgia Meloni, ha dato l’ok a un piccolo decreto legge per prorogare il «bonus carburanti» che consente uno sconto di 30 centesimi su ciascun litro di benzina, gasolio o gpl fatto.

Convocato proprio a distanza di poche ore dall’inizio del vertice europeo sull’energia questo pomeriggio è giunta la proroga fino a metà novembre dello sconto carburanti.

Il calo del prezzo del petrolio registrato sui mercati per tutto lo scorso mese a partire dalla fine dell’estate aveva creato problemi alla possibilità di prorogare il taglio delle imposte sui carburanti. La riduzione delle entrate tributarie per le casse dello Stato  ha portato con sé l’extragettito che il Mef e il Mite hanno utilizzato in questi mesi per garantire ai cittadini un pieno meno oneroso.

Da quanto l’Esecutivo guidato dall’ex capo della Bce, Mario Draghi, ha stabilito di istituire lo sconto, di proroghe ce ne sono state diverse: inizialmente previsto fino al 17 ottobre, il decreto Aiuti ter lo ha esteso fino alla fine del mese, ora portato ulteriormente al 18 novembre 2022. La prossima volta, se ci sarà, dovrà essere il Governo Meloni ad assumere una decisione: tutto, come sempre, dipenderà dalla manovra di bilancio.

«Il Consiglio dei ministri odierno, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco – si legge nella nota diramata – ha approvato un decreto legge che introduce misure urgenti in materia di accise e IVA sui carburanti. Al fine di contrastare il perdurare della crisi energetica e, in particolare, l’aumento dei costi dei carburanti, in continuità con gli interventi emergenziali adottati nel corso del 2022, si proroga, fino al 18 novembre 2022: la riduzione delle aliquote di accisa su prodotti energetici utilizzati come carburanti (aliquote di accisa sulla benzina, sul gasolio e sui gas di petrolio liquefatti (GPL) impiegati come carburanti); l’esenzione dall’accisa per il gas naturale per autotrazione; la riduzione dell’aliquota IVA (fissata al 5%) per le forniture di gas naturale impiegato in autotrazione».

Nonostante la buona notizia, «Il Governo non può pensare di affrontare il problema dei prezzi dei carburanti prorogando ogni 15 giorni il taglio delle accise, e vanno studiate soluzioni strutturali e sul lungo periodo». Lo afferma Assoutenti, commentando l’arrivo di un nuovo decreto per prorogare gli interventi sulle accise. «Il taglio delle accise è una misura oramai superata e non più adatta ad affrontare l’emergenza prezzi in Italia, soprattutto alla luce della nuova risalita di benzina e gasolio alla pompa», dichiara il presidente, Furio Truzzi.

La questione carburanti «va affrontata con nuovi e più efficaci interventi, e ci auguriamo che il prossimo Governo sappia trattare il tema in modo più incisivo. Ricordiamo infatti che la crescita dei listini di benzina e gasolio ha effetti diretti sull’inflazione e sull’economia, determinando il rialzo dei prezzi di tutti i prodotti trasportati», conclude Truzzi.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube