Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

La Camera ha un nuovo gruppo parlamentare: di cosa si occupa

20 Ottobre 2022 | Autore:
La Camera ha un nuovo gruppo parlamentare: di cosa si occupa

Nasce oggi alla Camera dei deputati il nuovo intergruppo parlamentare per l’Ucraina, da nome «United for Ukraine – Italia».

Con il nuovo Governo e il nuovo Parlamento nasce anche un nuovo gruppo parlamentare, che ha lo scopo di organizzare una nuova missione a Kiev entro la fine dell’anno, che mira ad un costante dialogo tra il nostro parlamento, quello ucraino e quelli internazionali che si stanno battendo per raggiungere una pace tra Ucraina e Russia. In questi giorni in cui le recenti dichiarazioni di Silvio Berlusconi stanno facendo discutere anche all’estero, dove qualcuno potrebbe malvedere le discutibili posizioni politiche del capo di Forza Italia confondendole con quelle dello Stato che rappresenta, l’annuncio fatto oggi da alcuni deputati di centrosinistra riafferma vicinanza all’Ucraina.

Nasce alla Camera dei deputati l’intergruppo parlamentare «United for Ukraine – Italia». L’iniziativa è stata presentata oggi, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, da Lia Quartapelle, deputata del Partito Democratico, Riccardo Magi, deputato e Presidente di Più Europa, con Anna Ascani, deputata del Partito Democratica e vicepresidente della Camera, e Benedetto Della Vedova, deputato e segretario di Più Europa. L’intergruppo ha in programma di organizzare, prima della fine dell’anno, una nuova missione a Kiev.

«Presentiamo oggi – ha sottolineato Lia Quartapelle – l’iniziativa dell’intergruppo parlamentare ‘United for Ukraine – Italia’: un’iniziativa di dialogo tra il Parlamento italiano, quello ucraino, quello europeo e quelli di vari altri Paesi europei e appartenenti alla Nato, che coltiviamo dalla scorsa legislatura».

«È un’iniziativa importante per dare un contributo parlamentare a tutte le iniziative per la ricostruzione e la ricerca della giustizia internazionale contro chi in questo momento sta commettendo crimini di guerra. Il dialogo interparlamentare è una delle chiavi per favorire il negoziato di pace e pensiamo che il Parlamento italiano debba essere in prima linea».

Secondo Riccardo Magi «è importante esprimere, non solo simbolicamente, ma concretamente con un avvio di lavoro interparlamentare una posizione netta in sostengo dell’Ucraina. Lanciamo un appello trasversale: si smetta di utilizzare la guerra, che riguarda i fondamentali alla base della nostra Repubblica, per dinamiche interne alle coalizioni. Le parole di Berlusconi destabilizzavano non solo la formazione del Governo ma anche il posizionamento del Governo italiano in una fase delicatissima».

«È una grande responsabilità – ha aggiunto Anna Ascani – iniziare il nuovo mandato da vicepresidente della Camera con questa iniziativa. È simbolicamente importante collocarsi dalla parte giusta della storia. Il posizionamento italiano a livello internazionale non può essere messo in discussione dalle trattative per la formazione di un nuovo esecutivo e le istituzioni italiane devono fare la loro parte per favorire una pace giusta».

Per Benedetto Della Vedova, «dopo 8 mesi di guerra c’è bisogno, più di prima, di insistere sul piano parlamentare a favore dell’Ucraina. La situazione sul campo rimane drammatica e resta un tema importante di sostegno economico. È dunque fondamentale raccogliere un ampio consenso parlamentare e il nuovo Governo non deve venire meno a impegni assunti dallo scorso Governo», ha concluso Della Vedova.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube