Diritto e Fisco | Articoli

Spingere contro un muro è reato di percosse

9 Dicembre 2014


Spingere contro un muro è reato di percosse

> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 Dicembre 2014



È sufficiente strattonare per un braccio e spingere la vittima contro un muro, procurando lesioni anche lievi.

Scatta il reato di “percosse[1] anche con una semplice spinta contro il muro. Infatti, il termine “percuotere”, usato dal codice penale per definire la condotta di tale delitto, non ha solo il significato di “battere”, “colpire”, “picchiare”, ma anche, in senso più ampio, ogni condotta violenta nei confronti dell’altrui persona. Quindi, vi rientra anche la spinta, se esercitata con violenza e direttamente sulla parte lesa.

A dirlo è stata la Cassazione con una sentenza di qualche giorno fa [1].

Non è colpa mia, ma del muro

Inutile difendersi sostenendo che non vi sia stata un’azione fisica lesiva nei confronti della vittima e che quest’ultima si sia fatta male solo a causa dell’urto contro il muro. Il reato di percosse scatta anche nello strattonare un soggetto per un braccio, spingendolo contro un muro, in modo da procurargli lievi contusioni.

Secondo altre pronunce, rientrano nel delitto di percosse anche le tirate di capelli, ecc. Non è necessario provocare una sensazione dolorosa, ma piuttosto che la condotta sia potenzialmente idonea a determinarla.

In tali casi, il colpevole è punito (con procedimento davanti al giudice di pace), dietro querela del danneggiato, con la reclusione fino a sei mesi o, in alternativa, con la multa fino a 309 euro. Salva, ovviamente, la richiesta di risarcimento del danno economico, da far valere innanzi al giudice civile, dopo la decisione di quello penale.

note

[1] Art. 581 cod. pen.

[2] Cass. sent. n. 51085 del 5.12.2014.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI