Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

La nuora subentra al marito morto nell’eredità del suocero?

29 Ottobre 2022
La nuora subentra al marito morto nell’eredità del suocero?

Se il figlio di una persona, che non lascia testamento, muore prima di quella persona, la moglie (cioè la nuora della persona di cui si tratta) subentrerà al coniuge deceduto prendendo il suo posto nella successione del suocero? Questa persona ha lasciato il coniuge ed altri tre figli: anche un altro figlio è premorto. È corretto dire che a questo figlio subentra la figlia (cioè la nipote della persona della cui eredità si tratta) e che gli eredi legittimi siano solo il coniuge, i figli e la nipote (al posto del figlio premorto)?

È corretta l’affermazione per la quale, trattandosi di una successione legittima (cioè in assenza di testamento) gli eredi, ai sensi dell’articolo 565 del Codice civile, siano il coniuge e i figli del quesito oltre alla nipote (figlia del figlio premorto) che subentra al genitore per rappresentazione ai sensi degli articoli 467 e 468 del Codice civile.

Come saprà, la rappresentazione è quell’istituto che nelle successioni (sia legittime che testamentarie) consente ad alcuni soggetti individuati dalla legge (cosiddetti rappresentanti) di subentrare nel luogo e nel grado di colui il quale (cosiddetto rappresentato) non possa (ad esempio nel caso di premorte) o non voglia (ad esempio per rinuncia) accettare l’eredità o il legato.

I soggetti a favore dei quali opera la rappresentazione, in base a quello che stabilisce l’articolo 468 del Codice civile, sono soltanto:

  • i discendenti dei figli, anche adottivi, del defunto;
  • i discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto.

Pertanto nel suo caso, essendo premorto un figlio del de cuius al suo posto gli subentra la figlia in quanto discendente del figlio del defunto.

Al contrario, la moglie del figlio premorto (la nuora) non subentra per rappresentazione al marito poiché la legge non prevede che la rappresentazione operi anche a favore del coniuge dei figli del defunto.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube