HOME Articoli

Le Guide 5 regole per risparmiare sul conto corrente

Le Guide Pubblicato il 14 dicembre 2014

Articolo di




> Le Guide Pubblicato il 14 dicembre 2014

Spese di gestione e di spedizione azzerate dall’home banking; meglio cambiare spesso il conto.

Risparmiare sulle operazioni in conto corrente e sulle spese di gestione: esistono alcune regole, molto semplici da osservare, ma spesso ignorate (o dimenticate), che potrebbero portarci a risparmiare anche qualche centinaio di euro l’anno sull’estratto conto che ci presenta il nostro istituto di credito e che, purtroppo, non sempre viene letto con scrupolo.

Ecco quindi alcuni dei consigli forniti dagli esperti.

1 | Cambia spesso il conto corrente

L’indagine della Banca d’Italia mostra come il costo del conto cresce con la sua anzianità. Ciò perché più il conto è vecchio, più prevede spese fisse elevate per la gestione. Invece, i nuovi rapporti bancari presentano costi più light. Per esempio: un conto aperto da oltre 10 anni costa in media 96,4 euro; quelli aperti nel 2013, invece, solo 81,9 euro. La forbice aumenta per i conti aperti quest’anno, per i quali il risparmio arriva fino a 26 euro l’anno.

2 | Preleva solo dal bancomat della tua banca

Se fai un prelievo dal bancomat del tuo istituto di credito, non paghi nulla: l’operazione è, infatti, completamente gratuita. Invece se prelevi dalla macchinetta della filiale di un’altra banca, paghi le spese di commissione che sono circa 2 euro ad operazione.

Se consideri una media di 20 prelievi l’anno, arriveresti a risparmiare anche 40 euro nell’arco di 365 giorni: ci paghi quasi una bolletta.

3 | Per i pagamenti usa l’home banking

Quando devi fare un bonifico a favore di terzi (per esempio il pagamento di una bolletta, del condominio, di un fornitore, ecc.), privilegia sempre i pagamenti online, tramite il servizio di home banking. Allo sportello, infatti, il costo si aggira tra i 5 e i 15 euro.

4 | Chiedi l’estratto conto online

Nelle spese che, annualmente, ti presenta la banca (sottoforma di prelievo diretto dal conto) ci sono quelle per l’invio a casa dell’estratto conto: una busta che, in pochi, davvero, aprono e leggono analiticamente. Invece, se chiedi al tuo istituto di credito l’estratto conto online puoi risparmiare sulle spese di invio.

5 | Non andare in rosso

Mai presentare un saldo negativo in conto. La banca applica delle commissioni particolarmente elevate. I tassi di interesse negativo possono superare anche il 20%. Per esempio, con uno scoperto di 500 euro per tre mesi, si paga la cosiddetta “commissione di istruttoria veloce” che arriva fino a 50 euro.

note

Autore immagine 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI