Diritto e Fisco | Articoli

Assicurazione rc auto: nuovi limiti di massimale

14 dicembre 2014


Assicurazione rc auto: nuovi limiti di massimale

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 dicembre 2014



Sul mio contratto di polizza assicurativa Rc auto c’è scritto che la copertura opera entro i limiti del massimale previsto per legge: so che questi massimali sono stati recentemente aggiornati, ma su internet c’è molta confusione sul punto.

A partire dall’11 giugno 2012, i massimali di polizza sono stati aggiornati e portati a:

5 milioni di euro per sinistro nel caso di danni alla persona, indipendentemente dal numero delle vittime

1 milione per sinistro nel caso di danni alle cose, indipendentemente dal numero delle vittime.

In pratica, cosa significa questo?

Il massimale di garanzia, in tutte le coperture di responsabilità civile, indica la somma massima che l’impresa di assicurazione è contrattualmente obbligata a pagare al danneggiato qualora avvenga un sinistro.

Nel caso di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore (cosiddetta RC Auto), la legge [1] fissa un limite minimo della copertura sotto il quale la polizza non può mai scendere.

Questo vuol dire che le assicurazioni non possono stabilire, nei contratti, un tetto di indennizzo inferiore a quello stabilito dalla legge. Insomma, i “massimali minimi” sono imposti per legge, non possono essere derogati dalle parti e sono quelli che abbiamo appena elencati sopra.

Per esempio: un contratto di polizza che fissasse l’impegno dell’assicurazione di risarcire il danneggiato solo fino a un massimo di 2 milioni se subisce un danno fisico (in deroga, quindi, ai 5 milioni previsti per legge) sarebbe invalido e si applicherebbe comunque il limite legale dei cinque milioni. In pratica, la clausola posta dall’assicurazione si considererebbe come non apposta.

In forza di questa disposizione, infatti, per l’adempimento dell’obbligo dell’assicurazione Rcauto il contratto dev’essere stipulato per somme non inferiori a 5 milioni di euro per sinistro nel caso di danni alla persona, indipendentemente dal numero delle vittime, e a un milione per sinistro nel caso di danni alle cose, indipendentemente dal numero delle vittime.

note

[1] Art. 128 del Codice delle assicurazioni private, nel testo modificato con l’entrata in vigore del Dlgs 6 novembre 2007, n. 198 (norma con la quale è stata recepita nel nostro ordinamento la direttiva comunitaria sull’assicurazione Rcauto n. 2005/14/CE).

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI