HOME Articoli

Lo sai che? Notaio responsabile se non avverte le parti dei rischi per chi evade il fisco

Lo sai che? Pubblicato il 16 dicembre 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 16 dicembre 2014

L’attività del notaio in sede di rogito si estende anche agli aspetti fiscali della compravendita.

Scatta la responsabilità professionale per il notaio che assiste le parti nella stipula di un contratto di compravendita immobiliare se questi si limita solo a registrare le rispettive dichiarazioni senza avvisare gli stipulanti, nel caso di accordi che violano le norme tributarie, delle conseguenze fiscali che possono avere tali pattuizioni.

Quando il notaio stipula l’atto di vendita, è anche un consulente delle parti sugli aspetti tributari: pertanto deve avvisarle se queste ultime stanno compiendo un’operazione fiscalmente vietata o elusiva.

A dirlo è la Cassazione in una sentenza di questa mattina [1]. Sarà così tenuto al risarcimento del danno il professionista che non abbia avvisato il contraente delle possibili conseguenze negative nell’ipotesi di dichiarazioni non veritiere al fisco.

La Suprema Corte stabilisce degli oneri ben precisi per il notaio che, oltre a redigere l’atto e a doverlo registrare, a controllare che la volontà delle parti sia effettiva, nonché a verificare che il rogito possa garantire il trasferimento della proprietà, ha anche l’obbligo di informazione nel campo della contrattazione immobiliare, laddove si tratta di questioni che una persona priva di competenza tecnica non può comprendere fino in fondo.

Insomma, il contributo del professionista non può fermarsi al raggiungimento dello scopo privatistico e pubblicistico tipico dell’atto da stipulare: il notaio, infatti, si obbliga anche a fornire consulenza tecnica alla parte e dunque a farle conseguire anche gli eventuali vantaggi previsti dalla normativa fiscale.

La conseguenza sul piano pratico è notevole: il professionista [2] e seguenti, risponde anche dei danni causati dal suo comportamento anche nella sola ipotesi di colpa lieve.

note

[1] Cass. sent. n. 26369/14 del 16.12.2014.

[2] Ex artt. 1176 e 2230 cod. civ. ss.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI