Diritto e Fisco | Articoli

Revisione periodica degli autoveicoli: dal 1 gennaio 2015 cambiano le regole

27 dicembre 2014 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 dicembre 2014



Le nuove norme che dal primo Gennaio 2015 regoleranno la periodica revisione degli autoveicoli e consentiranno una migliore e più scrupolosa effettuazione delle operazioni.

Tutti i numerosi centri autorizzati per le revisioni di autovetture e motoveicoli, dal primo gennaio del 2015, dovranno necessariamente dotarsi di sistemi di videosorveglianza per monitorare in tempo reale il corretto svolgersi di tutte le singole attività che la legge impone di effettuare sui mezzi revisionati.

La revisione, che va eseguita obbligatoriamente per la prima volta dopo quattro anni dalla data d’immatricolazione e successivamente ogni due, dal 2015 sarà quindi dettagliatamente filmata con apposite videocamere.

La tariffa, fissata con decreto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, non subirà al contrario variazioni e resterà di 65,68 euro.

L’installazione di videocamere è stata imposta ai centri di revisione per evitare truffe o raggiri e cioè che siano ritenute perfettamente idonee alla circolazione anche vetture o moto non perfettamente a norma di legge.

Le videocamere, a tale scopo, riprenderanno ogni singola operazione di manutenzione e comunicheranno immediatamente tali riprese e l’esito del collaudo alla Motorizzazione Civile, come peraltro previsto dal nuovo protocollo per le revisioni “Mctcnet2”.

Questa nuova modalità di effettuazione delle revisioni periodiche però non sembra ben vista dai centri autorizzati per via della lievitazione dei costi (connessi alla installazione delle videocamere) e nuovi adempimenti burocratici da espletare.

I centri autorizzati hanno infatti già sostenuto una spesa di circa 10.000 euro per l’adeguamento dei macchinari e dei software, a fronte di una tariffa ministeriale che risulta ferma da oltre 7 anni.

È però fuori discussione che le nuove regole consentiranno di avere una maggiore sicurezza circa i dati raccolti, un’imparzialità dei risultati delle prove cui autovetture e motoveicoli saranno sottoposti e renderanno pressoché impossibile il ripetersi di frodi sulle revisioni.

Un ultimo consiglio: non sottoponete il vostro mezzo a revisione se il centro prescelto risulterà non dotato di videocamere.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

14 Commenti

  1. I ladri dello Stato ci vogliono ogni giorno fare la predica, ma non si vergognano di loro misfatti e ci considerano tutti ladri come loro. Che si vergognassero e lasciassero il passo ai giovani. Un’altra prova inquisitoria a cui sottoporsi ma perché nessuno ha il coraggio dirgli a questi mascalzoni che sono loro i primi a non revisionare l’auto e ad essere amici con quei meccanici che senza portare l’auto gli passano la revisione? Cominciamo a portare su face book le prove di queste trasgressioni e che vadano a casa, non li vogliamo più sentire Sono un uomo onesto e mi firmo perché sono sempre pronto a dimostrare quello che affermo. Carmine Bennato

  2. BRAVO,Carmine anche io mi sento orgoglioso e lo scrivo in grande sono e mi sento ONESTO,si vergognino se è vero ed lo è che c’è un DIO spero che la loro disonestà venga pagata a dovere…non voglio andare oltre e come te mi firmo senza peura di niente.

  3. parlano di revisioni periodiche quando sull’autostrada con le loro macchine blu hanno il vizio di sorpassare a destra in corsia d’emergenza in caso di coda mentre i cittadinonesti fanno la fila loro con i loro lampeggianti blu scorrazzano alla messicana a destra che esempio danno facessero tariffe +agevolate x passaggio di propieta’ il piu’ caro d’europa assicurazioni idem autostrade con cantieri aperti perennemente con disagi notevoli in francia i lavori li fanno di notte con la scritta merci della votre comprension qui telepass che non funzionano il sale x il ghiaccio non lo’ vedi + mentre in francia e’ germania 4 volte al giorno passano qui se’ la sbrigano obbligo catene e’ pneumatici invernali obbligatori faccio l’autista di tir da 34 anni ma uno schifo cosi’ non lo’ mai visto saluti a tutti ciao buon anno

  4. Si va bhe … per caso,c’e un emergenza incidenti,dovuta all’usura delle auto ? NO , a me sembrano solo mosse per fottere sempre e solo altri soldi … una macchina nuova dopo 4 anni deve andare a revisione ? tutti le cose che ci spacciano per migliorie,non fanno altro che rubare il nostro tempo libero,costringendoci a lavorare sempre di più per ottenere cose per le quali prima non pagavamo … assicurazioni obligatorie senza una tariffa fissa,date in mano ad amici degli amici,con facolta e coperture per rapinarci a norma di legge …

  5. Dal 1 gennaio 2015, sarà obbligatorio avere la telecamera per le revisioni, essa verrà installata e le attrezzature adeguate, nel momento in cui il centro di revisione dovrà rinnovare la verifica delle attrezzature che avviene una volta l’anno. Quindi per un certo periodo di tempo penso per tutto il 2015 ci potranno essere centri di revisione che hanno le telecamere e altri no, ma le revisioni saranno valide comunque.

  6. Ci son da fare due precisazioni in questo articolo…..
    1) Per ora la telecamera farà solo una foto per il riconoscimento della targa durante la prova dei freni, per avere la certezza che il veicolo in prova sia effettivamente quello, poi eventuali filmini, può darsi un domani, con i relativi aggiornamenti softwere, siano anche possibili.
    2) Riguardo la partenza di questo protocollo, varia da centro a centro se un centro ha la scadenza del banco prova freni a settembre, a settembre il centro in questione dovrà dotarsi di telecamera, potendo lavorare senza telecamera fino ad agosto del 2015, senza incorrere in sanzioni da parte degli enti accertatori.
    Pubblicare articoli inesatti crea solo caos, perciò fate attenzione a quello che pubblicate……. Soprattutto questo passaggio rischia di penalizzare dei centri perfettamente in regola:
    “Un ultimo consiglio: non sottoponete il vostro mezzo a revisione se il centro prescelto risulterà non dotato di videocamere.”……. Grande inesattezza!!!! Grazie

  7. Prima di tutto ; le telecamere in parlamento,senato, questura ,INPS, comuni, poi anche nei bagni ………….

  8. Nascere in Italia è una vera jettatura. Siamo ostaggio di questo Stato, senza possibilità di liberarsene; intralcia la nostra vita con ogni mezzo e in ogni momento. Massimo disprezzo

  9. Io non mi preoccuperei più di tanto, siamo sempre in italia (volutamente in minuscolo), fatta la legge trovato l’inganno.

  10. La telecamera vede la targa, ma non certifica che quest’ultima sia effettivamente quella del veicolo in corso di collaudo. A buon intenditor…

  11. iO CONTINUO A DIRE UNA COSA SOLA .VANNO SOLO ASFALTATI VERAMENTE E FINCHè NON LO FARANNO DOVREMMO SEMPRE SUBIRE E COME DICE UN MIO AMICO NON UNO MA DUE CANCRI E QUELLI RESTANO ,TUTTI I SOLDI CHE CI HANNO RUBATO LI USINO PER LA CHEMIO TERAPIA.

  12. Tutti si lamentano di questi politici, dei balzelli, delle tasse medievali che vengono imposti ai cittadini, ma nessuno muove in dito per cambiare qualcosa. Tutti ci accontentiamo di sfogarci su qualche sito e tirare avanti mentre LORO continuano imperterriti a inventare modi per dissanguare la gente.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI