Questo sito contribuisce alla audience di
Politica | News

Bonus nozze: la Lega ora cambia idea

22 Novembre 2022 | Autore:
Bonus nozze: la Lega ora cambia idea

Dopo aver generato il caos proponendo un bonus solo per le coppie che si sposano in Chiesa, ora l’idea è di allargarlo anche ai riti civili.

Come spesso accade quando la si «spara» troppo grossa, a distanza poco tempo dalla diffusione della notizia dell’assurda proposta di cinque deputati della Lega di istituire un Bonus nozze dal valore massimo di 20mila euro per tutte le giovani coppie che si sposano in Chiesa, ora gli stessi proponenti cambiano idea, forse dopo aver annusato la probabile incostituzionalità della proposta.

La notizia nelle scorse ore aveva provocato sentimenti contrastanti, sia tra i politici che nell’opinione pubblica. Trovando opposizione anche nella stessa maggioranza di Centrodestra, la proposta di un bonus di cui avrebbero potuto godere solo gli sposini cristiani cattolici è andata giù quasi a nessuno, tanto che persino Domenico Furgiuele, uno dei deputati firmatari della proposta, è tornato sui suoi passi dichiarando di voler ora estendere il bonus a tutti i matrimoni. Furgiuele ha affermato che la proposta di legge a sua prima firma, volta a incentivare il settore del wedding, che per questioni di oneri prevedeva un bonus destinato ai soli matrimoni religiosi, durante il dibattito parlamentare sarà allargata a tutti i matrimoni, indipendentemente che vengano celebrati in chiesa oppure no.

«Questo bonus da 20mila euro per chi si sposa in chiesa, sta generando polemiche un po’ sterili. Si può migliorare e siamo disponibili al confronto. È una proposta per aiutare chi lavora nel settore del wedding e per chi seppur desideroso di sposarsi ha dovuto rinviare a causa della crisi. Porterà un beneficio non solo a livello sociale ma anche economico». Lo afferma Fabrizio Santori capogruppo della Lega in Assemblea Capitolina ai microfoni de Gli Inascoltabili in onda su radio New Sound Level.

«Per me il matrimonio in chiesa ha un valore più forte, ma è pur sempre un matrimonio anche quello che si svolge nei comuni che rappresenta un’unione, un legame, una famiglia che si forma, quindi a mio avviso ci deve essere una rivisitazione che va in questa direzione. Devo essere sincero anche con me stesso visto che con la delega del Sindaco ho sposato tanti ragazzi con il rito civile e anche così si sono formate famiglie. Serve un’attenzione forte a tutto quello che riguarda a famiglia non bisogna essere troppo chiusi in questo percorso. Chi si vuole sposare e fare una famiglia deve essere aiutato che lo faccia con il rito religioso o non».

Nonostante il Governo abbia preso le distanze dall’iniziativa tramite più esponenti, che hanno evidenziato come si trattasse di una proposta di un gruppo ristretto di deputati, a sostenerla è anche il vicepresidente della Camera dei deputati, Fabio Rampelli, di Fratelli d’Italia. «Il ‘bonus nozze’ è una proposta assolutamente positiva perché incoraggia le giovani coppie a costruire una famiglia e promuove un settore imprenditoriale che fatturava, nella fase pre-Covid ben 20 miliardi di euro. Ovvio che sarà indispensabile correggere il tiro in sede di approvazione estendendo i benefici del bonus a coloro che contraggono il matrimonio civile (restando in questo modo comunque escluse le unioni civili delle coppie omosessuali). La proposta così modificata corrisponde in pieno a quello che era stato realizzato dai Governi Conte (con il dl rilancio) e Draghi (con il dl sostegni bis). Precisazione che si rende necessaria per coloro che fanno battute idiote o evocano scenari involutivi della società moderna».



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube