HOME Articoli

Editoriali Le 10 notizie più eclatanti del 2014

Editoriali Pubblicato il 29 dicembre 2014

Articolo di




> Editoriali Pubblicato il 29 dicembre 2014

Dall’aumento dell’IVA all’obbligo di annotazione sul libretto di circolazione; dal nuovo pignoramento dell’auto ai trucchi per impugnare la cartella di Equitalia: ecco le notizie più cliccate dagli italiani.

Dopo aver visto quelle che sono state le sentenze più eclatanti del 2014 e cosa, molto probabilmente, avverrà nel 2015, ci buttiamo anche noi in uno dei classici cliché di fine anno: la graduatoria delle notizie più cliccate sul web, le parole chiave più ricercate su Google e, insomma, gli articoli che hanno generato più scalpore. Il tutto condensato in questo breve articolo con i richiami agli approfondimenti da noi già trattati negli scorsi mesi (basterà cliccare sul titolo di ogni singolo punto per richiamare il relativo collegamento ipertestuale).

Confermato l’aumento IVA al 25,5%

Sicuramente gli italiani sono rimasti scossi alla notizia dell’approvazione, con la legge di Stabilità, della cosiddetta clausola di salvaguardia che, in tre anni, farà aumentare progressivamente l’IVA di 3,5 punti percentuali per portarla dall’attuale 22% al 25,5%. Tutto ciò se il Governo non raggiungerà i risultati sperati in tema di spending review. A quanti credevano che una norma del genere non sarebbe mai passata, dobbiamo dare una cattiva notizia: il testo è stato confermato sia dalla Camera che dal Senato. E ora è legge.

Il nuovo obbligo di annotazione sul libretto di circolazione

A spaventare gli italiani è stata anche l’introduzione del nuovo obbligo di tracciabilità delle automobili. Dallo scorso 4 dicembre, chi detiene in uso l’auto di terzi, ha l’obbligo di comunicarlo alla Mororizzazione per l’annotazione sul libretto di circolazione. A conti fatti, però, il nuovo obbligo trova applicazione solo in una serie limitata di casi e non certo tra familiari conviventi.

Multe nulle coi tutor dati da Autostrade per l’Italia a Autostrade Tech Spa

Anche se la sentenza è del 2013, stranamente la notizia ha spopolato sul web solo quest’anno. La sentenza del giudice di Pace di Pozzuoli ha un effetto devastante su tutte le multe da telelaser. In pratica, dopo essere stato accertato che la concessione per l’installazione delle telecamere di controllo elettronico della velocità è stata ottenuta dalla società Autostrade per l’Italia S.p.a. e che quest’ultima l’avrebbe poi “girata” a un’altra società, la Autostrade Tech Spa, il giudice ha ritenuto ciò sufficiente per dichiarare nulle tutte le multe effettuate da un soggetto non legittimato.

9 trucchi per impugnare una cartella di pagamento Equitalia

In tempi di crisi e di riscossione “sanguisuga”, è sempre bene conoscere i propri diritti e – perché no – qualche escamotage formale, accettato dalle aule dei tribunali, per non rimanere prede dell’Agente della riscossione. Si tratta, quasi sempre, di vizi formali, perché capita anche ad Equitalia di sbagliare con le procedure.

Dal 1° gennaio cambiano le regole della revisione periodica degli autoveicoli

La notizia è recentissima e, in pochi giorni, ha letteralmente bucato il web. Cambieranno dal primo gennaio le regole per la revisione delle auto. Conviene stare bene attenti ai nuovi obblighi per i concessionari, perché altrimenti la revisione potrebbe essere contestata.

Nuovo pignoramento sulle auto: obbligo di consegna entro 10 giorni

Brutte, bruttissime notizie per chi non paga i propri debiti (sia con lo Stato che con i privati). Da oggi il pignoramento dell’auto cambia faccia. Anzi, mai è stato così facile: basterà un semplice collegamento telematico al PRA da parte dell’ufficiale giudiziario affinché l’automobilista venga obbligato, entro 10 giorni, a consegnare la propria vettura all’Istituto vendite giudiziarie. Lì sarà messa all’asta. Se non lo fa, potrà essere bloccato dalla polizia che provvederà d’imperio.

Attenti da ora a copiare da altri siti: sanzione immediata e senza processo

Il copyright sul web stringe le maglie: i copioni degli altri siti avranno vita breve grazie alla possibilità di denunciarli in via amministrativa all’Agcom, che a sua volta, oscurerà il sito. Il tutto è frutto del famigerato Regolamento dell’Autorità Garante delle Comunicazioni, attualmente impugnato al TAR Lazio e al vaglio della Corte Costituzionale. Se le cose non cambieranno e il regolamento verrà confermato, dovremo dire addio a tante funzioni di “condivisione”.

In quanto tempo si prescrive il bollo auto e il fermo amministrativo?

Tra le tasse più odiate, dopo il canone Rai, c’è il bollo auto. Ed ecco una guida completa per capire quali annualità, rimaste scoperte, si è ancora tenuti a pagare, nonché come comportarsi in caso di fermo dell’auto.

Partite IVA: in arrivo regime agevolato per chi guadagna poco

Il nuovo regime dei minimi resta uno dei temi più caldi dell’ultima finanziaria. Con l’imposta sostitutiva del 15%, tuttavia, si annuncia meno allettante del precedente. Così chi è entrato già nei minimi prima del 31 dicembre, meglio farà a restarvi.

Avvocati senza reddito: la Cassa forense approva il nuovo regolamento per i contributi

Ormai è chiaro: gli avvocati non sono più la classe di una volta, con un reddito certo e cospicuo. Lo sfruttamento della professione, una serie di manovre legislative, ma anche la crisi economica hanno ridefinito il mercato dei servizi legali. Risultato: migliaia di legali sull’orlo della crisi che non riescono a pagare neanche i contributi. Così la Cassa di previdenza è intervenuta. 700 euro l’anno: questo il costo della cassa forense per chi si deve iscrivere e per chi non raggiunge 10.300 euro all’anno. La notizia è di quelle che risollevano il morale alle migliaia di legali a rischio “estinzione”.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI