Legge Stabilità: le pensioni si pagano il 10 di ogni mese

1 Gennaio 2015
Legge Stabilità: le pensioni si pagano il 10 di ogni mese

La nuova norma non sarà rispettata a gennaio, ma forse anche dopo.

 

A molti è sfuggito uno dei tanti commi contenuti nella legge di stabilità 2015 [1] che riguarda direttamente chi riceve qualsiasi trattamento pensionistico: da gennaio 2015, al fine di semplificare le procedure e ridurre i costi a carico dell’Inps, la liquidazione della pensione per chi è titolare di più assegni dovrebbe avvenire in un’unica data, al 10 di ogni mese anziché, come sino ad oggi avvenuto, il giorno 1 e il giorno 16.

 

In particolare, il comma 302 stabilisce che, a decorrere dal 1° gennaio 2015, al fine di razionalizzare e uniformare le procedure e i tempi di pagamento delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’INPS, i trattamenti pensionistici, gli assegni, le pensioni e le indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, nonché le rendite vitalizie dell’INAIL verranno pagati il giorno 10 di ciascun mese o il giorno successivo se festivo o non bancabile, con un unico pagamento, ove non esistano cause ostative, nei confronti dei beneficiari di più trattamenti.

Questo, però, non varrà per il solo mese di gennaio, nel quale i pagamenti avverranno come in passato, per consentire all’Inps di adeguarsi alla nuova normativa. Pertanto a gennaio l’Inps pagherà le pensioni il giorno 1 e il giorno 16, come avvenuto finora, ignorando quanto previsto dalla legge di stabilità. A precisarlo è stato lo stesso istituto di previdenza in una nota emessa ieri. “Gli assegni verranno liquidati come sempre il primo del mese e il 16 del mese, a seconda che si tratti rispettivamente di pensioni Inps o ex Inpdap”. L’istituto sta studiando modalità che non penalizzino i pensionati, evitando di procrastinare anche se di pochi giorni il pagamento delle loro spettanze; è ferma intenzione dell’istituto – prosegue il comunicato – non creare danno ai pensionati. Inps farà di tutto per non introdurre una nuova scadenza di pagamento, che non sia il primo e il 16 del mese. Il che fa pensare che anche in futuro la scadenza del giorno 10 di ogni mese, prevista dalla legge di stabilità, non sarà rispettata.


note

[1] L. 190/2014

[2] Dl 201/2011, convertito nella legge 2014/2011.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube