HOME Articoli

Editoriali Permessi 104: frazionabili e senza effetto sul pensionamento

Editoriali Pubblicato il 1 gennaio 2015

Articolo di




> Editoriali Pubblicato il 1 gennaio 2015

Il congedo straordinario di tre anni: chiarimenti sull’importo della pensione, sulla data di pensionamento e sul modo di fruizione.

I permessi consentiti dalla famosa “legge 104/92”, sia i tre giorni mensili, sia i due anni retribuiti, non comportano conseguenze sull’importo della pensione e sulla data di pensionamento. Tali periodi di congedo, infatti, essendo coperti da contribuzione, sono valutabili per intero ai fini della maturazione del diritto a pensione.

Ricordiamo che l’indennità corrisposta durante il periodo di congedo straordinario di 2 anni corrisponde all’ultima retribuzione, con riferimento alle voci fisse e continuative del trattamento, e fino a un importo complessivo massimo di 43.579,06 euro annui” (importo riferito all’anno 2010), da rivalutarsi annualmente, a decorrere dall’anno 2011, sulla base della variazione dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. A tal proposito, il Dipartimento della Funzione Pubblica ha specificato [2] che “l’indennità è corrisposta nella misura dell’ultima retribuzione percepita, cioè quella del’ultimo mese di lavoro che precede il congedo, con esclusione degli elementi variabili della retribuzione accessoria, che non abbiano, cioè, carattere fisso e continuativo”.

Inoltre, i due anni retribuiti possono essere utilizzati anche in maniera frazionata, in modo da essere distribuiti su più di due annualità. Il frazionamento, però, è fruibile a giorni interi e non ad ore.

note

[1] Ai sensi del comma 5-ter dell’art. 42 del Dlgs 151/2001, introdotto dall’art. 4 del Dlgs 119/2011.

[2] Dipartimento della Funzione Pubblica, circolare n. 1 del 21 febbraio 2012.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. buona sera, ho letto in questi giorni che chi aveva la legge 104 per assistenza di un disabile…in questo caso mia madre nel 2011 potrebbe andare in pensione con le regole ante fornero…cosa c’è di vero?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI