Diritto e Fisco | Articoli

“Approfitta: la promozione scade il…” ma poi prosegue. È pubblicità ingannevole

4 Gennaio 2015
“Approfitta: la promozione scade il…” ma poi prosegue. È pubblicità ingannevole

Antitrust: non si può annunciare che una promozione commerciale dura solo fino a una determinata data e invece, poi, prosegue.

Approfitti di una promozione che “termina domenica” e ti precipiti ad acquistare. Poi però scopri che la settimana successiva lo sconto è ancora là, piazzato in vetrina. Anzi, dopo due settimane, il prezzo è ulteriormente sceso.

È davvero lecito questo comportamento?

Secondo l’Antitrust no. Tant’è che, di recente, ha sanzionato l’azienda “Poltronesofà” con una multa di 500 mila euro per aver tenuto un comportamento simile. La promozione, che doveva infatti terminare la domenica, il lunedì successivo era invece ancora lì, prolungata di qualche altra settimana, per persuadere ulteriori clienti. Un artificioso trucco per far cadere più clienti nella fretta dell’acquisto.

Se dunque, alle promesse di risparmi da capogiro, si aggiunge il countdown restano solo 35 ore e 9 minuti al termine della promozione”, e poi non è così, ed anzi le promozioni si protraggono di mese in mese, senza rispettare i termini comunicati nelle pubblicità, si può denunciare il commerciante all’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato. Ed eventualmente chiedere anche il risarcimento per pubblicità ingannevole.

L’Antitrust ha riconosciuto la scor-rettezza di questa pratica commerciale in quanto, contrariamente al vero, la promozione cerca di fare leva sul prodotto che sarà disponibile solo a condizioni particolari e per un periodo di tempo limitato, inducendo il consumatore a scegliere in fretta e privandolo del tempo sufficiente per prendere una decisione consapevole.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube