HOME Articoli

Lo sai che? Collaboratore a progetto: quale indennità di disoccupazione se perde il lavoro?

Lo sai che? Pubblicato il 5 gennaio 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 5 gennaio 2015

Ho un co.co.pro. (contratto a progetto) con un’azienda, ma mi è stato anticipato che quest’anno verremo tutti licenziati: anche chi è nella mia condizione può ottenere la disoccupazione?

Fino al 31 dicembre 2014 era prevista, per i titolari di contratti a progetto la cosiddetta “indennità una tantum”: il sussidio era pari al 7% del minimale annuo di reddito (15.516 euro per il 2014), moltiplicato per il minor numero tra le mensilità accreditate nell’anno precedente e quelle non coperte da contributi. Tra i requisiti: mono-committenza e reddito annuo non superiore a 20mila euro.

A partire dal nuovo anno, però, è entrata in vigore la nuova riforma varata con il Job Act che ha introdotto una nuova forma di indennità (la quale dovrebbe operare, salvo ovviamente ulteriori proroghe, fino al 31.12.2015). Si tratta della Dis-coll.

L’indennità vale per gli iscritti alla gestione separata dell’Inps, non pensionati e privi di partita Iva.

I requisiti per ottenere la nuova dis-coll sono:

– almeno 3 mesi di contributi dal 1° gennaio dell’anno precedente nell’anno in cui si perde il lavoro,

– un mese di contributi o una collaborazione di almeno un mese,

– che la collaborazione abbia prodotto un reddito almeno pari alla metà dell’importo che dà diritto all’accredito di un mese di contributi.

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI