Diritto e Fisco | Articoli

Cartella Equitalia anche senza accertamento per le imposte a rate non pagate

11 gennaio 2015


Cartella Equitalia anche senza accertamento per le imposte a rate non pagate

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 gennaio 2015



Il fisco, procedendo al controllo formale delle dichiarazioni ed alla tempestività dei versamenti, può addebitare gli interessi maturati, il cui computo deriva direttamente dalla legge e non necessita di alcuna attività discrezionale di accertamento.

Se l’Agenzia delle Entrate riscontra un ritardo nel pagamento delle imposte rateizzate relative alla dichiarazione dei redditi, può emettere direttamente, almeno per gli interessi dovuti, la cartella di pagamento, senza previo accertamento fiscale.

Lo ha deciso la Cassazione con una recente ordinanza [1].

Secondo la Suprema Corte, in tema di imposte sui redditi, la legge [2] consente al fisco, procedendo al controllo formale delle dichiarazioni ed alla tempestività dei versamenti, di addebitare gli interessi maturati, iscrivendoli direttamente a ruolo, ossia chiedendo l’intervento di Equitalia con l’invio della cartella esattoriale [3].

Infatti, il calcolo di tali interessi deriva direttamente dalla legge e non necessita di alcuna attività discrezionale di accertamento da parte dell’Amministrazione finanziaria [4].

note

[1] Cass. ord. n. 173 del 9.01.2015

[2] Ai sensi del comma secondo, lett. f) dell’art. 36 bis del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600.

[3] Cass. sent. n. 10411/2001 e sent. n. 21763 del 20.10.2011.

[4] Nel caso di specie si trattava degli interessi previsti dalla L. n. 350/2003, art. 10.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI