Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Rubare pacco del corriere in portineria: cosa si rischia?

3 Gennaio 2023 | Autore:
Rubare pacco del corriere in portineria: cosa si rischia?

Quante tipologie di furto prevede la legge? Quando scatta il furto in abitazione? Quale pena rischia chi ruba un collo dal furgone del corriere?

Rubare è reato: questo è poco ma sicuro. Il furto è escluso solamente se ci si appropria involontariamente di un bene altrui: è il caso di chi, per esempio, uscendo da un locale pubblico prende per sbaglio l’ombrello di un altro, confondendolo col proprio. Per la legge, però, non tutti i furti sono uguali: alcuni sono puniti più severamente degli altri in base alle modalità con cui sono stati commessi. Ad esempio, cosa si rischia a rubare il pacco del corriere lasciato in portineria?

A tale domanda ha fornito risposta la Corte di Cassazione [1], stabilendo che chi si intrufola nella guardiola del portiere per portare via una consegna Amazon commette il grave delitto di furto in abitazione, punito con pene decisamente severe. Vediamo cosa ha condotto i Supremi giudici a scegliere per la soluzione più drastica.

Quanti tipi di furto esistono?

La legge prevede tre tipi diversi di furto, ognuno sanzionato con pene crescenti:

  • il furto semplice, punito a querela di parte con la reclusione da sei mesi a tre anni, è quello commesso senza ricorrere a particolari strumenti, astuzie o sotterfugi [2]. È il caso, ad esempio, di chi porta via la borsa che la donna ha incautamente lasciato del tutto incustodita per lungo tempo;
  • il furto aggravato, punito con la reclusione da due a sei anni, ricorre ogni volta che il fatto viene commesso con destrezza, con mezzo fraudolento, forzando un bene (serratura della porta, cassaforte, ecc.), oppure approfittando di particolari circostanze favorevoli al reo, come ad esempio l’esposizione dei beni alla pubblica fede (è il caso del taccheggio nei supermercati) [3];
  • il furto in abitazione e il furto con scippo, puniti entrambi con la reclusione da quattro a sette anni [4].

Rubare pacco al corriere: che reato è?

Secondo la Corte di Cassazione, rubare un pacco al corriere integra il reato di furto aggravato, a seconda dei casi dalla destrezza oppure dall’esposizione del bene alla pubblica fede [5].

Tanto ha stabilito la Suprema Corte, secondo cui va condannato per il reato di furto aggravato chi, approfittando della momentanea mancanza dell’autista di un furgone intento ad espletare la consegna di alcuni colli quale corriere espresso, aveva tentato di appropriarsi di quanto trasportato all’interno del mezzo, il cui portellone era stato lasciato aperto.

Rubare il pacco del corriere lasciato in portineria: che reato è?

Rubare un pacco lasciato dal corriere all’interno della portineria del condominio fa scattare il grave reato di furto in abitazione.

Secondo la sentenza della Cassazione citata in apertura, la portineria di uno stabile condominiale rientra a pieno diritto nei luoghi destinati in tutto o in parte a privata dimora, essendo incontrovertibile la sua natura pertinenziale, sia in riferimento all’unità immobiliare occupata dal portiere nello stesso stabile condominiale sia, pro quota, in riferimento a tutti gli altri appartamenti dell’anzidetto complesso.

Del pari si è evidenziato che integra il reato di furto in abitazione la sottrazione illecita di beni mobili posti all’interno di aree condominiali, anche quando le stesse non siano nella disponibilità esclusiva dei singoli condòmini, ovvero la condotta di chi si impossessa di una bicicletta introducendosi nell’androne di un edificio destinato ad abitazioni, in quanto detto luogo costituisce pertinenza di privata dimora [6].

Da tanto deriva che:

  • trattandosi di reato procedibile d’ufficio, chiunque può sporgere denuncia per il furto del pacco lasciato dal corriere in portineria, anche persona diversa dal destinatario della spedizione o dal portiere stesso;
  • è possibile procedere all’arresto in flagranza di reato. Peraltro, trattandosi di ipotesi di arresto obbligatorio, a tanto può procedere anche il semplice cittadino che ha sorpreso il ladro proprio nell’atto di impossessarsi del bene altrui.

note

[1] Cass., sent. n. 48916 del 22 dicembre 2022.

[2] Art. 624 cod. pen.

[3] Art. 625 cod. pen.

[4] Art. 624-bis cod. pen.

[5] Cass., sent. n. 7579 del 26 febbraio 2021.

[6] Cass., sent. n. 1278 del 31 ottobre 2018.

Autore immagine: depositphotos.com


Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube