Questo sito contribuisce alla audience di
Cronaca | News

Incentivi auto 2023: tutto ciò che devi sapere

3 Gennaio 2023 | Autore:
Incentivi auto 2023: tutto ciò che devi sapere

A partire dal 10 gennaio 2023, sarà possibile prenotare gli incentivi per l’acquisto di auto a zero o basso impatto ambientale: ecco tutte le informazioni.

È chiaro che quest’anno non è un buon anno per gli automobilisti. A partire dal 1° gennaio 2023, infatti, sono aumentati sia il costo dei carburanti (leggi Carburanti, stangata di inizio anno: quanto costa la benzina) che quello dei caselli autostradali (leggi Autostrade: d’ora in poi viaggiare in auto costa di più), e per circa 815mila automobilisti è in arrivo un’altra stangata con l’Rc auto, che costerà ancor di più (leggi 2023 anno dei rincari: aumenta anche l’Rc auto). Per il bene del pianeta e delle tue tasche sicuramente utilizzare meno l’automobile male non farà, così come potrebbe essere un’ottima idea decidere di cambiare la vecchia vettura inquinante che hai ormai da tanti anni per passare ad un modello più green. Per farlo – e finalmente ora arriva una bella notizia – il Governo ha disposto gli eco-incentivi 2023 che ti permetteranno di acquistare ad un prezzo scontato un’auto a basso o zero impatto ambientale.

Sarà possibile richiedere e prenotare gli incentivi auto a partire dal 10 gennaio 2023, data in cui verrà aperta la piattaforma dedicata alla misura, grazie alla quale i concessionari potranno riservare i bonus ai clienti richiedenti.

I fondi non mancano: fino al 2030, il Governo ha disposto risorse per 650 milioni di euro all’anno. Nel 2023, per l’acquisto di auto verranno utilizzati 575 milioni, mentre altri 40 milioni verranno impiegati per l’installazione di nuove colonnine di ricarica elettrica, sia domestiche che condominiali.

Come spiegato da Paolo Scudieri, presidente di Anfia (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), si tratta di uno stanziamento di 575 milioni di Euro così suddivisi nelle fasce di incentivazione dell’acquisto di:

  • vetture elettriche (0-20 g/km di CO2): stanziati 190 milioni di euro;
  • vetture ibride plug-in (21-60 g/km di CO2): stanziati 235 milioni di euro;
  • vetture ibride tradizionali e vetture termiche a basse emissioni, con il vincolo di rottamazione della vecchia vettura (61-135 g/km di CO2): stanziati 150 milioni di euro.

Gli incentivi per le prime due categorie saranno accessibili anche per il comparto dell’autonoleggio.

L’entità dell’incentivo dipenderà dalla categoria ambientale del veicolo che si intende acquistare:

  • 3mila euro per l’acquisto di auto elettriche, che cresce fino a 3mila euro con la rottamazione di un’auto con classe di emissione inferiore a Euro 5 intestata da almeno un anno all’acquirente di quella nuova o ad un membro del suo nucleo familiare;
  • 2mila euro per l’acquisto di auto ibride plug-in, ricaricabili alla spina, che diventa 4mila con rottamazione;
  • 2mila euro solo con rottamazione per l’acquisto di vetture ibride e termiche.

Infine, per poter godere del bonus il veicolo che si intende acquistare deve avere un prezzo massimo di listino prestabilito (Iva e accessori compresi, Ipt esclusa):

  • per le auto elettriche 42.700 euro;
  • per le plug-in 54.900 euro;
  • per le auto ibride e termiche 42.700.

L’automobile dovrà poi essere immatricolata entro 180 giorni dalla prenotazione del contributo.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube