Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Successione legittima: come opera sul conto corrente cointestato?

14 Gennaio 2023 | Autore:
Successione legittima: come opera sul conto corrente cointestato?
Mia moglie e sua madre (96anni) hanno un conto corrente cointestato ad entrambe. Ci sono poi due nipoti, una figlia di mia moglie, l’altra figlia di una sorella di mia moglie deceduta ormai da tempo. Alla morte della madre (96anni) come saranno le quote d’eredità del conto corrente? La figlia di mia moglie avrà diritto ad una quota?

Alla morte della madre di Sua moglie, in assenza di marito e di testamento, gli unici eredi chiamati alla successione legittima saranno i figli.

L’articolo 566 del codice civile stabilisce, infatti, che al padre ed alla madre succedono i figli, in parti uguali.

Con riguardo al conto corrente, la quota ereditata sarà il 50% delle giacenze presenti al momento della morte della madre; l’altro 50% rimarrà di proprietà della figlia (Sua moglie), a meno che non si dimostri che tutte le giacenze ivi presenti erano di proprietà di una delle due.

E infatti, le somme depositate su un conto corrente cointestato si presumono in comproprietà per quote uguali. Per vincere tale presunzione non è sufficiente dimostrare di aver avuto la proprietà e la disponibilità esclusiva del denaro, valendo la cointestazione a rendere solidale il credito anche se il denaro sia immesso sul conto da uno dei cointestatari o da un terzo a favore di uno solo o di entrambi i contitolari, ma è necessaria la prova della pertinenza esclusiva, in base al titolo di acquisto, del denaro versato in capo a uno dei cointestatari (Tribunale Milano, sez. V, 24/01/2022, n. 487).

Per tali ragioni, con riguardo alla quota ereditata, subentreranno per il 50% ciascuno Sua moglie e la figlia della sorella defunta (la nipote).

Questo perché esiste l’istituto della rappresentazione disciplinato dall’art.467 del codice civile secondo cui i discendenti subentrano nel luogo e nel grado del loro ascendente in tutti i casi in cui questi non può o non vuole accettare l’eredità.

In conclusione, prendendo come esempio una giacenza di 100mila euro sul conto corrente al momento dell’apertura della successione, avremo questa situazione.

Sua moglie tratterrà 50mila euro, già di sua proprietà.

L’altro 50mila euro caduto in successione sarà ripartito così: 25mila euro sempre in favore di Sua moglie, 25 mila euro in favore della nipote, figlia della sorella premorta.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Salvatore Cirilla



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube