Business | Articoli

Dis-Coll: come richiedere il sussidio per i parasubordinati

9 Marzo 2016 | Autore:
Dis-Coll: come richiedere il sussidio per i parasubordinati

Disoccupazione per i parasubordinati: ecco come calcolarla, come richiederla, come verificare la durat,a in una guida completa con un esempio pratico.

Si chiama Dis-Coll ovvero Disoccupazione per i Collaboratori e i parasubordinati in genere e consiste nella misura previdenziale che permette di mitigare il rischio di un mercato del lavoro sempre più flessibile. Un rischio che, come è noto, interessa sempre più anche i consulenti e i professionisti che hanno rapporti con la PA nell’ambito di progetti di collaborazione specifica (i cui obiettivi ricadano al di fuori del proprio campo di applicazione IVA).

La misura è disciplinata dalla circolare INPS n. 83 del 27/4/2015. Partita come la NASPI per il 2015 e confermata nel 2016 la Dis-Coll può essere richiesta dai lavoratori parasubordinati posto che abbiano alcuni requisiti che di seguito riportiamo. Per avere un’idea di come funzioni date uno sguardo all’esempio in calce all’articolo.

 

Chi può richiedere la Dis-Coll?

La Dis-Coll può essere richiesta a tutti coloro i quali sono iscritti alla Gestione Separata INPS, siano effettivamente disoccupati alla data della domanda (condizione questa certificata dalla presentazione della domanda di iscrizione agli uffici per l’impiego – oggi Servizi Provinciali del Lavoro), siano in possesso di almeno tre mesi di contribuzione di gestione separata nel periodo tra il 1 gennaio dell’anno solare precedente, sino al momento della cessazione del rapporto di lavoro e, infine, abbiano maturato almeno un mese di contribuzione nell’anno solare in cui si verifica l’evento.

 

 

Come si calcola la Dis-Coll?

Il calcolo della Dis-Coll parte dalla retribuzione media lorda mensile del periodo di lavoro.

Individuato questo valore (che si ottiene dividendo l’importo totale del contratto di collaborazione per il numero di mesi per il quale il contratto è risultato in essere), se esso è inferiore a 1.195 euro, allora la Dis-Coll sarà calcolata nella misura del 75% della retribuzione media mensile.

Qualora invece il valore ottenuto sia superiore, a tale importo va sommato il 25% della differenza tra la retribuzione media mensile e il valore standard (per il 2016) di 1.195 euro.

L’indennità in ogni caso non potrà mai superare il valore lordo mensile di 1.300 euro (che sarà comunque annualmente rivalutato sulla base dell’indice ISTAT per i prezzi al consumo. Dal quinto mese di fruizione in poi l’indennità sarà ridotta progressivamente di un importo del 3% (per effetuare il calcolo progressivo basterà dunque moltiplicare il valore per 0,97 mese dopo mese).

 

Un esempio di calcolo della Dis-Coll

Se il nostro contratto è di 24mila euro lorde in un anno (supponendo un montante di mesi di contribuzione di 24 mesi), il valore medio lordo mensile sarà pari a (24mila/12)=2mila euro.

Il valore della Dis-Coll in questo caso sarà effettuato come segue:

(€1.195 X 75%) + ( (2000-1195) * 25%) = € 896.25 + € 201.25 = € 1.097.5 lorde mensili

Dal 5° mese in poi l’importo sarà modificato come segue:

5° mese: € 1.097,5 * 0.97 = € 1.064,57

6° mese: € 1.064,57 * 0.97 = € 1032,63

7° mese: € 1032,63 * 0.97 = € 1.001,95

8° mese: € 1.001,95 * 0.97 = € 971,60

9° mese: € 971.60 * 0.97 = € 942,46

10° mese: € 942,46 * 0.97 = € 914,18

11° mese: € 914,18 * 0.97 = € 886,76

12° mese:  € 886,76 * 0.97 = € 860,15.

Quanto dura la Dis-Coll

L’indennità di disoccupazione per il lavoratore subordinato – condizione lavorativa in cui spesso si trovano anche i consulenti della PA – varia in ragione non delle settimane di lavoro effettuate – come nel caso della NASPI bensì dei mesi di contribuzione accreditati. la durata del sussidio è pari alla metà di tale valore.

Per effettuare il controllo delle settimane è sufficiente accedere ai servizi online dell’INPS e controllare l’estratto contributivo con specifico riferimento alla Gestione Separata. Sarà sufficiente cliccare sulla voce “Montante parasubordinati” e poi nella voce “Mesi” e controllare su quante mensilità si può calcolare la Dis-Coll.

La durata sarà pari alla metà di tali mensilità (dunque per tornare all’esempio sopra riportato, per un contratto che abbia due anni di mensilità contributive accreditate, la durata sarà pari a 12 mensilità).

Come presentare la domanda Dis-Coll

La domanda Dis-Coll può essere presentata come per la NASPI compilando direttamente sul sito dell’INPS  (è necessario il PIN Dispositivo), oppure presso i patronati CAF. La scadenza è il 68 giorno successivo all’interruzione del rapporto di lavoro.

La decorrenza della Dis-Coll sarà a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda, ma in ogni caso mai prima dell’ottavo giorno successivo all’interruzione del rapporto di lavoro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube