Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Come installare il fotovoltaico sulla terrazza a uso esclusivo

10 Gennaio 2023 | Autore:
Come installare il fotovoltaico sulla terrazza a uso esclusivo

Lastrico solare di un solo condomino: quando e come fare. Le autorizzazioni.

La legge consente a tutti i condomini di installare un impianto fotovoltaico sul tetto del fabbricato condominiale, senza peraltro dover chiedere l’autorizzazione dell’assemblea. Ciò è tuttavia possibile solo a patto che si tratti di una copertura comune, ossia di proprietà di tutti i condomini come spesso succede con la terrazza o il lastrico solare. Non poche volte però la copertura è di proprietà esclusiva: fa cioè capo a un solo condomino. Che fare in tali ipotesi? Come installare il fotovoltaico sulla terrazza a uso esclusivo? Facciamo prima un passo indietro.

Come installare un impianto fotovoltaico condominiale 

Tanto il condominio quanto un singolo condomino possono decidere di sfruttare il tetto, la terrazza o il lastrico solare per l’installazione di un impianto fotovoltaico. La legge mira a incentivare gli interventi di tale tipo prevedendo anche una serie di agevolazioni fiscali. 

Quando la decisione viene presa dal condominio, sicché l’impianto stesso è di proprietà comune, è necessaria una delibera assembleare assunta a maggioranza semplice, ossia con il voto favorevole della maggioranza dei presenti in assemblea che rappresentino almeno 500 millesimi di proprietà. 

Come installare un impianto fotovoltaico in condominio di un solo condomino

Come detto, però, anche il singolo condomino può procedere in autonomia ossia installare sulla copertura del fabbricato un impianto fotovoltaico che, in tal caso, sarà di sua esclusiva proprietà. È tenuto a darne previa comunicazione all’amministratore, il quale a sua volta dovrà comunicarlo all’assemblea alla prima riunione. Non si tratta di una richiesta di autorizzazione, ma di un semplice avviso preventivo. Il singolo condomino può infatti utilizzare liberamente gli spazi comuni dell’edificio, come appunto il tetto, il lastrico solare e la terrazza. Egli può deve rispettare le seguenti condizioni. In particolare l’impianto non deve

  • ledere il decoro architettonico dell’edificio;
  • pregiudicare la stabilità dell’edificio;
  • occupare uno spazio eccessivo dell’area comune, impendendo così agli altri condomini di farne pari uso (il che significa che, nel caso del tetto, l’area utilizzabile dovrà essere proporzionata ai millesimi di proprietà). 

Come installare un impianto fotovoltaico sulla terrazza esclusiva

Tanto per il condominio quanto per il singolo condomino, la possibilità di installare l’impianto fotovoltaico sulla copertura del fabbricato è subordinata al fatto che questa sia di proprietà comune, ossia di tutti i condomini. Viceversa, se il tetto, la terrazza o il lastrico solare dovessero essere di proprietà esclusiva – ossia di un solo condomino – salvo esame del regolamento condominiale contrattuale (se esistente), l’installazione dei pannelli fotovoltaici richiede il consenso del condomino titolare del diritto d’uso. Ottenuto tale consenso, è possibile regolamentare l’accordo mediante la predisposizione di un contratto di comodato d’uso oppure di un contratto di locazione, o in altri modi.

Si tenga infine presente che – ove l’installazione dei pannelli avvenga a spese di tutti i condòmini – l’intervento e la spesa finalizzati al contenimento del consumo energetico dell’edificio, nonché per la produzione di energia mediante fonti solari, possono essere approvati con la maggioranza di 500 millesimi oltre a quella degli intervenuti.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube